Valute emergenti, la Lira crolla al nuovo minimo storico sul dollaro

La scarsa credibilità della banca centrale di Turchia e la tonicità del dollaro, stanno agendo come un mix mortifero per la Lira turca. La valuta emergente aggiorna infatti i minimi storici rispetto al biglietto verde.

Il declino di una valuta emergente

lira turchia forexIl cambio USD/TRY è infatti aumentato fino a superare la soglia dei 9,00 e non c’è alcun accenno a una riduzione della spinta rialzista. Finora quest’anno la valuta emergente turca si è indebolita di quasi il 18% rispetto a quella statunitense, e quasi la metà delle perdite sono maturate da inizio settembre.
Il motivo è presto detto…

Le colpe della CBRT

La Banca centrale turca il mese scorso ha ridotto il suo tasso di interesse di 100 punti base. Ha portato così il costo del denaro al 18% nonostante una crescita fortissima dell’inflazione, che ormai è superiore al 19%. Dal canto suo il governatore Sahap Kavcioglu continua a dichiarare che la politica è stata sufficientemente restrittiva da raffreddare gli aumenti dei prezzi nel quarto trimestre.
Inoltre, rispondendo alle domande di una commissione parlamentare, Kavcioglu ha affermato che il taglio dei tassi del mese scorso non ha inciso sulla successiva svendita della lira.

Ma non c’è dubbio che il driver più importante del rally ribassista della valuta emergente turca sia il comportamento della CBRT. La banca centrale in teria dovrebbe difendere la propria valuta, ma ormai è al guinzaglio del presidente Erdogan, che è nemico dichiarato dei tassi alti.
Peraltro Reuters riporta che lo stesso Erdogan sia contrariato verso il governatore Kavcioglu (in carica da soli 7 mesi), perché lo stimolo politico è arrivato troppo tardi per il presidente.
La prossima riunione del comitato di politica monetaria della CBRT è il 21 ottobre.

Annotazione: tra i vari modi di fare trading sulla Lira, dovresti leggere cosa sono CFD significato trading.

Barclays consiglia di vendere la Lira

Nel frattempo la banca Barclays ha consigliato ai clienti di vendere la lira nei prossimi tre mesi. Si aspetta infatti un allentamento ‘aggressivo’ fino alla fine dell’anno e un deprezzamento della valuta emergente ‘preliminare’ a seguito della fuga di capitali esteri. Molti di quelli che negoziano opzione vanilla put o call sulle coppie di valute gli stanno già dando retta.

I dati macro intanto martedì hanno mostrato una ripresa dell’attività nelle fabbriche, con la produzione industriale che ha registrato un aumento del 13,8% su base annua ad agosto, da un 9,7 percento rivisto al rialzo nel mese precedente. La crescita ha superato le aspettative del mercato del 10,5%.
Le vendite al dettaglio invece sono cresciute del 15% su base annua ad agosto del 2021, dopo un aumento del 13,2% rivisto al rialzo a luglio.