Cibo da Asporto Si Ma dal Ristorante Sotto Casa

Il cibo da asporto è stato il protagonista del periodo di lockdown appena trascorso, ma in italia il delivery è stato declinato in modo molto diverso dal paesi anglosassoni.
Se nell’ultimo periodo sono cambiate le abitudini di consumare il cibo per quanto riguarda la location non si può dire sia cambiato molto in fatto di gusti.
Niente cibo da fast food ma piuttosto la riscoperta dei gusti più tradizionali tipici della cucina italiana da riscoprire con la calma e la comodità di un pranzo o una cena tra le proprie mura.
Lontani da restrizioni e regole alquanto discutibili gli italiani hanno riscoperto la possibilità di ritrovarsi intorno ad un tavolo a gustare sapori amici forniti da servizi di asporto di ristoranti o come questo catering Firenze.
Altra cosa sono i servizi a domicilio nei paesi anglosas32333soni che troppo spesso dell’originalità dei prodotti conservano ben poco quando si declinano nella forma del delivery.
Logiche totalmente diverse da molti altri paesi contraddistinguono il cibo da asporto made in italy, da un lato l’organizzazione e l’efficienza di paesi dove il cibo a domicilio è un servizio diffuso ormai da molti anni ma che sono ben lontani dal fornire la tradizione culinaria dei piatti tipici italiani.
Nel nostro paese il cibo a domicilio non si è trasformato in un servizio che punta a grandi numeri o a consegne super veloci, anche per le quantità richieste non eccessive rispetto ad altre realtà.
Gli italiani in lockdown pur rinunciando a mangiare fuori non hanno rinunciato alle propri tradizioni fatte di cibo popolare o ricercato ma sempre realizzato secondo la tradizione e soprattutto dai soliti ristoratori locali.
Mai in italia si è pensato di realizzare cucine container utili a suddividere città troppo grandi per una consegna veloce.
Realtà che sin sono radicate in città come Londra dove molti ristoranti, per motivi logistici, hanno delegato la realizzazione del cibo a cucine container dislocati in varie zone.
Forse anche per questo il cibo italiano continua a vincere la propria sfida con le cucine di altri pesi troppo interessate ai numeri e alla velocità di consegna tanto da perdere di vista spesso la qualità del cibo stesso.