BHLending: la startup innovativa che propone una piattaforma di Peer-to-peer Lending

BHLending è una startup innovativa, fondata da giovani under 35, che propone al mercato italiano una modalità di accesso al credito semplice e veloce, alternativo ai tradizionali canali finanziari: una piattaforma di Peer-to-peer Lending.

 

Il Peer-to-peer Lending  è un sistema di prestiti tra privati online basato su una piattaforma informatica, che permette ai propri investitori la possibilità di scegliere quanto investire e su quali opzioni. Le varie richieste di prestito vengono valutate da un algoritmo che ne elabora il rating e le proposte da presentare agli investitori.

 

La dimensione del mercato iniziale del Peer-to-peer Lending viene calcolata in base al volume dei prestiti richiesti attraverso le apposite piattaforme, somma che nel 2020 ha raggiunto i 300.000.000 di euro. Nel 2017 l’ammontare totale di prestiti Fintech valeva 181,2 miliardi di dollari secondo l’analisi di Statista Alternative Lending Market. Nel 2019 il valore di mercato è aumentato di oltre il 30% raggiungendo i 267,1 miliardi di dollari e si prevede che il mercato complessivo crescerà ad un tasso costante del 7,7% nei prossimi tre anni.

Nell’anno in corso questi sono previsti in crescita del 17% su base annua e si stima che possano raggiungere nel 2023 un valore di mercato a livello globale di 390.5 miliardi di dollari americani.

 

Ad oggi i nostri più grandi competitors hanno registrato ricavi in crescita del 460%, e record anche in termini di finanziamenti erogati, pari a 75 milioni nei dodici mesi e raddoppiato rispetto al valore cumulato tra il 2015 e il 2019.

 

I modelli a cui ci ispiriamo sono rappresentanti da Lending Club, una tra le piu? grandi societa? di peer to peer lending al mondo che nel 2015 aveva erogato prestiti per un valore di 15,98 miliardi di dollari, e Zopa, servizio di socal lending nato nel 2004 in Gran Bretagna che soli dieci anni dopo fu in grado di movimentare 1,79 miliardi di sterline, diventati prestiti personali erogati a 150mila persone da 53mila prestatori.

 

Il peer-to-peer lending di BHLending ha l’obiettivo di riunire in un’unica community soggetti privati e professionisti e diventare il più grande punto d’incontro virtuale d’Europa tra investitori, soggetti privati e PMI, soddisfando le esigenze di ogni tipo di investitore e richiedente.

 

Vogliamo offrire all’economia italiana la proposta più innovativa per favorire la realizzazione di progetti personali e professionali a sostegno dell’occupazione, della cultura e dell’ambiente.

 

BHLending è attualmente il primo smart problem solver per il rilancio dell’economia italiana ed europea.

Il nostro obiettivo primario è costruire rapporti di fiducia tra le persone per creare un ponte tra investitori e richiedenti.

Nel nostro luogo di incontro virtuale, investitori e richiedenti italiani possono confrontare le loro esigenze, conciliare i loro interessi e aiutarsi reciprocamente, creando nuove opportunità di guadagno.

 

Il marketplace di BHLending offre i suoi servizi:

– a diversi tipi di investitori,  sia che si tratti di risparmiatori privati che di investitori professionali.

a varie tipologie di  richiedenti:  lavoratori dipendenti, liberi professionisti, giovani imprenditori e PMI.

 

BHLending è la prima realtà finanziaria in Italia a riservare una particolare attenzione alle esigenze finanziarie di startup e imprese emergenti.

Sulla nostra piattaforma, viene data la possibilità di ‘mettere a disposizione’ le idee ed energie di ogni tipo di professionista, per creare nuova occupazione e risollevare l’economia del Paese.

 

Le principali caratteristiche distintive che porteranno i richiedenti ad affidarsi a BHLending sono: la differenziazione degli investimenti, la flessibilità data da poca burocrazia, la velocità di erogazione e l’innovatività data dalla tecnologia e dagli strumenti informatici che verranno utilizzati come l’algoritmo avanzato (A.I) e la Blockchain. Inoltre i prestiti avranno un tasso agevolato ed i rendimenti sugli investimenti saranno molto più alti delle gestioni patrimoniali bancarie tradizionali che tra l’altro hanno ancora un rischio di default maggiore del Peer to peer lending. Oltre a ciò l’investitore potrà decidere di garantire il suo capitale attraverso un elaborato sistema di garanzie come il buyback, la cessione del credito e la cartolarizzazione.

 

 

Digital Pr a cura di Blu Wom Milano – www.bluwom-milano.com – pressoffice@bluwom-milano.com