Sara Vannini presenta l’horror psicologico “Gray Manor”

Sara Vannini

“Gray Manor”

 

Casa Editrice: Ducale

Collana: Soul

Genere: Horror psicologico

Pagine: 176

Prezzo: 17,00 €

 

«C’è qualcosa a Gray Manor che in tutte le altre case infestate manca. La capacità di entrarti dentro, di non farti rabbrividire tramite sussurri o scricchiolii, ma di farti temere che la tua peggior paura diventi realtà. Gray Manor scova la parte più recondita del tuo essere e se ne approfitta, facendoti credere che sia reale. La tua oscurità si avvera dentro a queste mura».

 

“Gray Manor” di Sara Vannini è un horror psicologico a sfondo paranormale, ambientato in una misteriosa dimora vittoriana che ha una reputazione poco rassicurante: costruita intorno alla metà del 1800 sotto ordine di Lord Middleton, era diventata sede di una profonda disperazione e di un terribile lutto quando la moglie dell’uomo, in preda a un delirio psicotico, era fuggita con la loro bambina e in seguito erano state ritrovate morte; a Lord Middleton non era rimasto altro che impiccarsi. Non era andata meglio ai successivi proprietari, che avevano acquistato la casa nel 1920: il capo famiglia aveva ucciso la moglie e il figlio, per poi suicidarsi. Da quel momento la dimora era stata oggetto di superstizioni, e le persone che abitavano nei dintorni erano ormai convinte che fosse stregata, e che il fantasma di Lord Middleton si aggirasse ancora tra le sue stanze deserte.

La protagonista dell’opera, Francesca, una ragazza tormentata dall’abbandono del suo grande amore, arriva a Gray Manor dopo essere stata reclutata per partecipare a una “Haunted Experience”, e per scrivere un resoconto su ciò che avrebbe visto all’interno della tenuta infestata. Insieme a lei c’è un’altra scrittrice, Kate, e un fotografo, Jack; a tenere unito il gruppo e a condurre l’esperimento ci sono i coniugi Edmund ed Helen Whitmore, “demonologi” di professione. Francesca ha deciso di accettare questa folle impresa per fuggire da una vita che non tollera più – «La verità era che mi trovavo a Gray Manor per pura disperazione. Me ne importava poco di quello che sarebbe stato il risultato finale, se il mio resoconto fosse stato all’altezza delle aspettative o se ci fossero davvero delle aspettative. Io mi trovavo lì perché non sapevo dove altro andare, perché mi sarei aggrappata a qualunque cosa pur di non ricadere nel mio baratro». Anche Kate ha i propri demoni da fronteggiare, e in Francesca troverà un’alleata e, forse, anche qualcuno da amare.

Tra visioni inquietanti e un traumatico passato che ritorna, i cinque personaggi affronteranno un terrorizzante viaggio nel delirio e nella crudeltà, accompagnati da entità che si insinuano nella parte più oscura del loro essere e che giocano con la loro psiche, nutrendosi delle loro paure. Ci vorrà molto coraggio per resistere, e per dominare l’orrore che vuole inglobarli.

 

SINOSSI DELL’OPERA

Un’antica tenuta abbandonata con un’orribile storia alle spalle, apre le sue porte ad un gruppo di cinque persone intenzionate a scoprire se le leggende che si narrano sono vere. Gray Manor, tuttavia, non è come tutte le altre case infestate. Ben presto i suoi nuovi ospiti dovranno fare i conti con le loro paure e i loro peggiori incubi. Francesca, lasciata da poco dalla donna che amava, dovrà affrontare i ricordi più dolorosi del suo passato e della sua infanzia, ritrovandosi faccia a faccia con la sua sindrome da personalità borderline. Kate, affetta da depressione, ne dovrà percorrere gli angoli più oscuri. Ad affiancarle ci saranno anche Jack, il fotografo, e i due coniugi Whitmore, esperti di paranormale. Fra presenze invadenti, incubi ad occhi aperti e strane visioni, il rapporto fra i personaggi si stringerà diventando più intimo, mentre un nuovo amore sboccerà per Francesca e Kate. È forse proprio grazie all’amore, che il gruppo riuscirà a scoprire la vera maledizione che perseguita la casa e, affrontando i propri demoni interiori, riusciranno a spezzarla.

 

BIOGRAFIA DELL’AUTRICE

Sara Vannini (Treviso, 1993) si forma in campo letterario prima nel fantasy e poi nel romanzo rosa; all’età di tredici anni vince numerosi premi e riconoscimenti letterari nella categoria giovani, anche grazie alle svariate poesie scritte in quel periodo. Il suo primo romanzo è “Una Storia che Non Sentirai” (Self-publishing, 2018), a cui segue l’opera di genere sentimentale/lgbt “Miele Tossico”. Nel 2021 pubblica per Ducale l’horror paranormale “Gray Manor”.

 

 

Contatti

https://www.instagram.com/sara_vannini_autrice/?hl=en

edizioniducale.it

Link di vendita online

https://www.amazon.it/Gray-Manor-Sara-Vannini/dp/8894585107

 

 

 

 

Ufficio Stampa Diffondi Libro

https://www.diffondilibro.it/

Mail: info@diffondilibro.it

Cell. Lisa Di Giovanni 3497565981