La lotta contro la mosca dell’olivo ricomincia dalla Zeolite Cubana

Con il divieto europeo del dimetoato la polvere vulcanica di Bioagrotech srl può rappresentare un’alternativa valida per neutralizzare la proliferazione dell’insetto, responsabile negli ultimi anni di ingenti danni qualitativi e quantitativi alla filiera dell’ulivo

La lotta contro la mosca dell’olivo sta entrando in una nuova era. Dopo il Regolamento europeo 2019/1090 che ha revocato l’impiego del dimetoato, per anni principale arma di difesa contro il temibile insetto, gli agricoltori sono chiamati a realizzare strategie alternative per fronteggiare quello che rappresenta a tutti gli effetti il nemico principali dell’olivicoltura. Nelle stagioni più sfavorevoli l’ovedeposizione delle femmine può provocare ingenti danni, quantitativi e qualitativi. Quantitativi poiché le larve si nutrono della polpa, riducendone il volume e possono causare la cascola delle drupe. Qualitativi in quanto la rottura delle cellule avvia ossidazioni e fermentazioni che causano alterazioni nell’olio, come l’aumento dell’acidità libera oltre che difetti a livello sensoriale.

 

In un momento che vede l’intero comparto impegnato nella ricerca di nuove soluzioni e metodi, Bioagrotech Srl, realtà specializzata nella lavorazione e nella commercializzazione di fertilizzanti e substrati organici e minerali ideali per le esigenze dell’agricoltura biologica, ha convogliato la propria esperienza in un trattamento ad hoc. Per contenere gli effetti della mosca dell’olivo l’azienda di San Marino suggerisce l’utilizzo sinergico di due prodotti: una trappola per tracciare la presenza del parassita e la Zeolite Cubana Bioagrotech da impiegare con tre trattamenti preventivi a fine agosto e da ripetere con cadenza mensile (24kg/ha a trattamento).

 

La polvere pura al 100% – costituita da clinoptilolite al 67,5% e mordenite al 32,5% – è una formula naturale nella difesa dai patogeni che agisce su un doppio livello. Da una parte i cristalli di Zeolite possono produrre lacerazioni letali sulla superficie dell’insetto che ne viene a contatto o disidratarlo, portandolo quindi alla morte. D’altra parte la Zeolite Cubana risulta efficace anche per scongiurare lo sviluppo e la proliferazione di nuove generazioni poiché disidrata le uova impedendo alle larve di crescere e schiudere. Oltre alla forte azione disidratante, la Zeolite Cubana ha infine una forte capacità nell’assorbimento delle soluzioni e, di conseguenza, ha un’azione coadiuvante se utilizzata nella lotta integrata. La zeolite, anche in caso di sovradosaggi, non è mai fitotossica né nociva per l’uomo, l’ambiente e gli animali; può inoltre essere utilizzata anche a ridosso della raccolta in quanto esente da residui.

 

Bioagrotech srl è un’azienda della Repubblica di San Marino specializzata nello studio, nella lavorazione e nella commercializzazione di fertilizzanti e substrati organici e minerali ideali per le esigenze dell’agricoltura biologica, biodinamica e a lotta integrata. Dal 2011 propone trattamenti innovativi per un’agricoltura all’insegna del rispetto dell’ambiente e della biodiversità. I prodotti Bioagrotech potenziano le difese naturali delle piante e arricchiscono il suolo: in tal modo permettono di ridurre notevolmente l’uso di fitofarmaci, riducendo anche la loro presenza residuale sui raccolti