Azienda in crisi causa pandemia ? Lascia fallire noi al posto tuo e tu riparti

Lascia fallire noi al posto tuo: Capitali e Idee lancia questo nuovo servizio dove si occupa del deposito delle istanze di fallimento di aziende in crisi o con gravi problemi di gestione.

Capitali e Idee è sempre stata una azienda all’avanguardia nei servizi di consulenza ed oggi siamo i primi a proporre una soluzione concreta per salvare molti imprenditori dal fallimento della loro azienda.

Il 1° settembre 2021 entrerà in vigore il novellato “Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza” (D.Lgs 12 gennaio 2019, n. 14 e s.m.i.) che introduce il concetto di liquidazione giudiziale come quella procedura che sostituisce il fallimento ed è finalizzata a liquidare il patrimonio dell’imprenditore insolvente, ripartendo il ricavato in favore dei creditori sulla base della graduazione dei loro crediti.

Chi viene segnalato in un fallimento?

Il fallimento di una società di capitali (srl o spa e le loro derivazioni) coinvolge l’amministratore ed i soci, anche quelli “di fatto”.

Con la nuova normativa sulla Crisi, l’imprenditore sarà obbligato a dichiarare “lo stato di insolvenza” e, qualora non sia possibile aderire e/o attivare altre procedure di risanamento o ristrutturazione (Concordato, Accordi di Ristrutturazione, Piani di Risanamento), incorrerà necessariamente  nella “Liquidazione Giudiziale” (ossia il fallimento), con la conseguenza che verrà segnalato sia in Camera di Commercio che nelle Banche Dati come soggetto coinvolto in un fallimento, quindi “poco affidabile”.

Lo sconvolgimento economico-finanziario causato dalla pandemia vedrà decine di Imprese, vittime incolpevoli, cadere sotto la scure dello “stato di insovenza”: lascia fallire noi al posto tuo!

Cosa ti suggerisce Capitali e Idee

Cedi a noi la tua azienda prima che fallisca, previa verifica e sistemazione delle scritture contabili ove necessario, e porteremo a nostro nome l’azienda alla Liquidazione Giudiziale, volontaria o su istanza di Terzi (creditori).

Cosa ti evitiamo?

Vogliamo evitare che l’imprenditore “incolpevole” venga iscritto come soggetto coinvolto in un fallimento, bollandolo con la “lettera scarlatta” del “cattivo amministratore”.

Perché, come soggetti coinvolti in un fallimento, alle Camere di Commercio risultano i titolari delle quote e gli amministratori in carica al momento della dichiarazione di “fallimento”, ciò a prescindere delle reali cause che hanno determinato lo stato di insolvenza!

Ma, a quel punto, tu avrai ceduto le quote a noi e, quindi, risulteremo noi i soggetti da segnalare, sia per essere titolari delle quote sia per essere amministratori.

Capitali e Idee offre servizi di reale utilità alle aziende ed ha come scopo quello di salvaguardare il “buon nome” dell’imprenditore.

Acquisendo le quote della società a rischio e nominando un nostro liquidatore, ci faremo carico noi di depositare l’istanza di fallimento creando, di fatto, un by-pass tra te e la procedura giudiziale.

Attenzione, la cessione non avrà effetto su eventuali illeciti, soprattutto di natura penale, posti in atto dal precedente amministratore.

Attenzione, la cessione non avrà effetto su eventuali fideiussioni personali rilasciate alle banche

Non fallire e non farti segnalare nelle Banche Dati, lascia fallire noi al posto tuo!

TU riparti con una nuova azienda perché si cresce e migliora sempre!