Gramiccioli non deve venire a Milano

“Gramiccioli non deve venire a Milano…”

Sarebbe stato questo l’ordine partito direttamente da Roma. Non è chiaro da chi sia partito questo ordine; potrebbe essere partito dall’ex ministra della Salute Pubblica Beatrice Lorenzin che già nel 2018 avrebbe voluto denunciare la Compagnia del Teatro d’inchiesta? Non lo sappiamo. Non ci è dato sapere in questo momento chi ha bloccato la possibilità di mettere in scena l’ultimo lavoro d’inchiesta di David Gramiccioli, “Virus”. Perché tali dubbi attanagliano Gramiccioli e gli organizzatori? Perché il destinatario sarebbe uno dei teatri più importanti d’italia, quello Degli Arcimboldi di Milano. A Viale dell’Innovazione negano, ma senza convincere in modo plausibile. Ma atteniamoci oggettivamente ai fatti accaduti.

Il noto teatro meneghino, dopo tre settimane di contatti e scambi di email e telefonate aveva trovato la data per mettere in cartellone “Virus”, l’ultima inchiesta del reporter romano, un giorno di fine settembre prossimo. Tutto fatto, già pronti gli inviti per riempire il parterre d’onore, ma ecco, davvero improvviso il dietrofront della direzione degli Arcimboldi: “Spiacenti, ma annulliamo la data.” Il perché? Avrebbero dimenticato, quelli del teatro, d’inserire alcuni spettacoli che devono essere recuperati ed annullati proprio a causa del Covid-19. Credibili? Per Gramiccioli, gli organizzatori e l’opionione comune in generale, neanche un pò…non è l’ultimo teatro del mondo, neppure fosse il teatrino parrocchiale di un piccolo paese.

La verità? Probabilmente il dietrofront è dovuto a una forte ed imperativa interferenza “romana”? Un dato certo è il fatto che in passato, l’ex ministra Lorenzin aveva tentato di bloccare “Il Decreto” di Gramiccioli, la pièce che ha raccontato tutta la verità sulla legge dei dieci vaccini obbligatori per soggetti dai 0 ai 16 anni nel nostro paese, ne riportatiamo a prova come fonte una foto della testata “Repubblica” dell’aprile 2018 recante la notizia. La nuova inchiesta teatrale “Virus” non sarà presente a Milano presso il Teatro degli Arcimboldi, questo è un nuovo dato certo. La prima di “Virus”, già in soldout Domenica 30 maggio a Firenze presso il Teatro Affratellamento, prossime date libere a Torino, sabato 5 giugno e domenica 6 presso il Teatro Alfa. Quando l’inchiesta viaggia sui binari della lealtà non trova ostacoli.