Prestito personale: caratteristiche e chi può richiederlo

Il prestito personale permette di ottenere del credito per affrontare delle spese impreviste o per realizzare alcuni sogni come l’acquisto di un auto o fare delle vacanze, oppure, per il consolidamento dei debiti.

Si tratta di un tipo di finanziamento di una somma prefissata con un tasso di interesse fisso, da rimborsare secondo uno specifico piano di ammortamento a rate costanti.prestito personale

Il prestito personale rientra nella categoria di prestiti non finalizzati, ovvero, in quei finanziamenti ottenibili senza indicare il motivo della richiesta.

Si differenziano dai prestiti finalizzati proprio per questa caratteristica, in quanto, nei primi, è necessario fornire l’oggetto di acquisto o il servizio per il quale si fa richiesta di finanziamento.

Il vantaggio di un prestito personale, quindi, è che si può farne richiesta senza specificare il motivo che sta dietro il bisogno di liquidità.

La sua erogazione non subordinata a nessun bene o servizio, la banca eroga il credito direttamente al cliente che fa richiesta.

Se la richiesta di prestito personale viene accettata, l’istituto di credito o la banca che l’hanno concesso, invia l’intera somma sul conto corrente indicato all’interno della domanda di finanziamento.

Chi può richiedere un prestito personale?

Gli istituti finanziari e le banche applicano dei propri criteri di valutazione per concedere un prestito personale, sempre nel rispetto delle direttive generali e norme rilasciate dalla Banca d’Italia.

In line generale, possono fare richiesta di prestito personale tutte le persone di età compresa tra 18 e 70 anni, capaci di dimostrare di essere in grado di rimborsare le rate. Quindi, al momento della richiesta, devono esibire la busta paga, la dichiarazione dei redditi o il cedolino della pensione.

Gli importi richiedibili con un prestito personale sono variabile, solitamente non superano i 30.000 mila euro e la somma va restituita non oltre i 120 mesi, ma molti istituti finanziari permettono di ottenere somme più elevate, anche fino a 65.000 euro.

Le garanzie richieste

Al fine di limitare il rischio di insolvenza, molti istituti finanziari chiedono delle garanzie come la presenza di un garante, una figura terza che si fa carico di eventuali inadempimenti di pagamento da parte del richiedente del prestito.

Tuttavia, alcuni possono anche prevede la cambializzazione delle rate, in modo da garantirsi una parte o tutto l’importo erogato.

È comunque difficile prevede il tipo di garanzie richieste da ogni singolo istituto, per questo motivo, al momento della richiesta di preventivo di un prestito, consigliamo anche di farsi indicare tutte le eventuale condizioni, garanzie e clausole di contratto.

Questo eviterà fare richiesta a enti che prevedono garanzie di cui il richiedente è sprovvisto. Generalmente, il requisito fondamentale per ottenere un prestito è quello di avere un reddito costante dimostrabile, molto più semplice avere accesso al finanziamento se in possesso di un contratto a tempo indeterminato.

Per ottenere un prestito veloce e sicuro, è possibile scegliere la cessione del quinto, il prodotto ideale se si è pensionati, dipendenti pubblici o privati, in quanto, non occorrono garanzie, poiché sarà direttamente l’ente pensionistico o il datore di lavoro a occuparsi di ripagare le rate del debito, trattenendo la quota direttamente dallo spettante mensile.