Epilazione e depilazione, le differenze tecniche

L’epilazione è un trattamento di bellezza che permette di eliminare i peli superflui in maniera definitiva. Vi è una differenza sostanziale con la depilazione, in quanto la depilazione invece è temporanea.

Secondo gli esperti, il sistema di epilazione è consigliato soprattutto, da quando esistono sistemi di ultima generazione che aiutano a raggiungere il risultato dell’eliminazione permanente dei peli superflui, in modo tempestivo e rapido.

L’epilazione esiste in varie tipologie e può essere fatta con i meccanismi più disparati. Chi clicca qui potrà vedere i tipi più comuni di epilatori domestici in commercio su mondo epilazione. Vediamo quali sono però le differenze tra epilazione e depilazione, soprattutto i metodi più diffusi per eliminare una volta e per tutti i peli superflui.

Differenze tra epilazione e depilazione

Anche se i due termini vengono utilizzato spesso come sinonimi, in realtà vi è una differenza sostanziale tra epilazione e depilazione. Si tratta di due tecniche completamente diverse l’una dall’altra. Quando si parla di epilazione, ci si riferisce in maniera diretta all’estrazione del fusto del pelo e della radice, direttamente dal follicolo pilifero che man mano viene indebolito.

Questa tecnica rende la ricrescita del pelo più lenta perché il bulbo, cioè quella parte che favorisce la crescita si estrae. Le cellule quindi, per formarne uno nuovo pelo, devono lavorare di più. E’ una soluzione più definitiva rispetto invece, alla depilazione.

La depilazione, infatti prevede l’eliminazione del pelo da un punto di vista superficiale perché solo la parte che fuoriesce dall’ epidermide, cioè il fusto del pelo viene eliminata, ed è quindi è come se fosse solo parziale.

L’epilazione viene considerata come un trattamento definitivo, ma in realtà può essere considerata permanente.

L’epilazione permanente, i dettagli

La depilazione non può essere considerata definitiva. Ciò, non tanto per la tecnologia delle macchine che si usano per questo sistema, ma anche e soprattutto perché il pelo ha un ciclo di vita che nasce cresce e alla fine muore.

L’effetto dell’epilazione dipende però da quanta luce viene assorbita dalla melanina quando il follicolo pilifero si trova nella fase attiva della crescita del pelo. In più, vi è anche un altro fattore da considerare ovvero quello ormonale o con l’utilizzo dei farmaci che stimolano la produzione dei peli.

Quindi, l’epilazione diventa permanente in maniera progressiva, ma è chiaro che è molto più difficile raggiungere dei risultati definitivamente visti i vari fattori che competono nella crescita, nascita e morte del pelo

Le diverse tecniche di epilazione

Vi sono due specifiche tecniche di epilazione utilizzate ed in particolare:

  • Laser al diodo
  • Luce pulsata

Il laser al diodo genera delle onde unidirezionali e monocromatiche di tipo luminoso, mentre invece la luce pulsata è molto più diffusa e trasferisce l’energia della luce alla melatonina nell’interno di peli e nelle sue radici, cercando di bloccare la crescita.

La luce pulsata ha una sorgente luminosa con un prospetto di varie lunghezze d’onda. Il risultato è molto simile. In generale, sono entrambi ottimi metodi però c’è da dire che il laser al diodo è più efficace sui peli in profondità mentre invece la luce pulsata sulla peluria superficiale.