Campagne SEO: di cosa si tratta?

La SEO, acronimo dell’espressione inglese Search Engine Optimization, è una delle attività essenziali svolte nel campo del Digital Marketing.

Lo sviluppo del ramo digitale del marketing degli ultimi anni, frutto della crescente influenza della tecnologia sulle nostre vite, ha fatto nascere una serie di nuove attività con cui tutti (anche i non esperti del settore) si interfacciano quotidianamente durante una semplice ricerca su Internet.

In pochi però sanno che molte delle cose che si visualizzano quando si naviga online è frutto di campagne SEO, e ancora meno conoscono questi meccanismi di digital marketing.

LA SEO SPIEGATA IN PAROLE SEMPLICI

Benché l’acronimo possa sembrare molto complicato, il concetto che c’è dietro è in realtà molto semplice. Già la sua traduzione (“ottimizzazione per i motori di ricerca”) fornisce qualche spunto ma, per capire megli, bisogna andare a fondo della questione. Le campagne SEO sono l’insieme di attività e di strategie che migliorano la posizione di un sito web nelle classifiche dei vari motori di ricerca (come Google o Bing) per aumentarne la visibilità.

Come ottenere tutto ciò? Le campagne sono caratterizzate da attività molto differenti tra loro ma pur sempre collegate e orientate al medesimo obiettivo. Si possono creare dei contenuti testuali interessanti e ricchi di informazioni utili che permetteranno di scalare la classifica nei risultati di ricerca. Altro elemento essenziale sono i link: la loro gestione è fondamentale per una buona campagna SEO e si devono controllare sia quelli che permettono di accedere a un determinato sito web da un altro sia quelli operano con il meccanismo contrario e quindi in uscita.

Una buona campagna SEO può essere effettuata solo tenendo conto di tre aspetti. Il primo sono le keywords o parole chiave: non devono essere scelte a casaccio ma in modo logico, studiando il contesto e la coerenza che hanno con i contenuti. Per individuarle esistono dei programmi appositi oppure le si può scegliere analizzando il mercato di appartenenza e i clienti, evitando quelle troppo generiche. Secondo punto è il mercato di appartenenza: non si può progettare una campagna, se non si conosce e analizza il settore in cui si compete nel ranking delle visualizzazioni. Terzo punto: l’aggiornamento costante e il controllo dei risultati. Una campagna SEO non è mai fine a se stessa motivo per cui deve essere continuamente aggiornata e tenuta sotto controllo dal punto di vista dei risultati così da capire cosa cambiare e migliorare per raggiungere la vetta della classifica.

 

LE PAROLE DA SAPERE QUANDO SI PARLA DI CAMPAGNA SEO

Oltre a link e keywords, ci sono altre parole del linguaggio tecnico da conoscere. In primis quando si effettua una ricerca si parla di query per indicare le parole, in formato singolo oppure sotto forma di stringa, che si inseriscono nella barra del motore. A questo punto si aprirà la SERP o Search Engine Result Page ossia la pagina con cui il motore mostra la classifica dei risultati della ricerca effettuata. L’ordine con cui sono proposti, grazie alle strategie di SEM e SEO, non è assolutamente casuale e viene chiamato Ranking.

 

Vi sarete accorti di come quanto detto finora influenzi l’accesso a siti e informazioni che consultiamo o cerchiamo quotidianamente. Nel mondo del business quindi, progettare ed implementare una buona campagna SEO è fondamentale per acquisire visibilità tra possibili futuri clienti e semplificare la fruizione dei propri contenuti!