Muay Thai: lo sport thailandese giunto in Italia

Il Muay Thai (in inglese Thay Boxe)  è uno sport di combattimento a contatto estremo. Le due parole, prese singolarmente hanno significati diversi: il termine “Muay” indica  combattimento, pugilato o lotta, mentre la parola “Thai” significa unione. Si tratta di uno sport pericoloso che può arrecare danni ai lottatori ed è per questo motivo che non si può salire sul ring senza le giuste protezioni e il giusto abbigliamento che permette di muoversi con maggiore libertà e agilità.

 

Muay Thai uno sport di combattimento

Il Thay Boxe, è uno sport di origine asiatica a pieno contatto nata in Thailandia ed è parte integrante delle arti marziali miste, comunemente nominate MMA. MMA è l’acronimo di mixed martial arts, in italiano, arti marziali miste. Si tratta di uno sport da combattimento a contatto nato in Brasile negli anni Settanta, che consente l’uso delle tecniche sportive delle arti marziali Muay Thai, Karate e Judo e degli sport di combattimento lotta libera, grappling, kickboxing e pugilato. Vengono considerate come lo sport di combattimento a contatto pieno più completo e sono il sistema migliore e più efficace per il combattimento a mani nude. Questo sport è raccomandato per l’allenamento delle forze di polizia e militari che dovranno essere in grado di immobilizzare e ammanettare i malviventi. Gli operatori vengono addestrati per potersi muovere sia in piedi che a terra, in quanto gli interventi possono essere di varia natura e genere, ma anche per difendersi da qualsiasi attacco in qualsiasi momento.
La Thay Boxe è conosciuta anche con il nome di Muay Thai, boxe thailandese o pugilato tailandese ed è un’arte marziale e sport di combattimento. Questa disciplina comunemente nominata arte delle otto armi o arte degli otto arti prevede otto punti di contatto: pugni, calci, gomitate (eseguite sia di destro che sinistro) e ginocchiate. Le tecniche si dividono in due gruppi: le tecniche maggiori che rappresentano le basi della disciplina e quelle minori che prevedono l’uso di braccia, gambe e prese, comunemente dette clinch, che consistono nell’afferrare l’avversario per effettuare delle proiezioni o restare legati anche per lunghi tempi. Anticamente le tecniche di combattimento rappresentavano un modo per migliorare anche il proprio status sociale, infatti, i praticanti migliori venivano ospitati a palazzo reale per insegnare quest’arte a tutti coloro che vi vivevano.

 

Un corretto abbigliamento e giuste protezioni è tutto quello di cui un fighter ha bisogno

Per chi pratica sport estremi, risulta di fondamentale importanza indossare un corretto abbigliamento, attrezzature e giuste protezioni onde evitare di farsi male sul ring. Le MMA sono praticate con calzoncini corti, una maglietta chiamata rash guard e protezioni che includono paratibie, casco e guanti. A seconda dello sport si può preferire un guantone rispetto ad un altro ma è anche vero che ci sono guantoni con protezioni specifiche per i calci piuttosto che per i pugni che li rendono perfetti per la Thay Boxe. Per proteggere al meglio le mani l’imbottitura dei guantoni è importante e sul mercato ne esistono di diverso tipo e costo in base all’esperienza del lottatore