Come scegliere le placche da interno

La scelta delle placche per interruttori è una scelta che riguarda non solo il settore dell’illuminazione ma, che coinvolge anche quello estetico, relativo all’arredo della casa. Nella scelta è quindi importante orientarsi per placche che si adattino al colore delle pareti ed allo stile di arredo della casa.

Rispetto al passato, oggi la scelta delle placche da interno è davvero molto vasta. Ci sono tantissimi modelli, vediamo come scegliere quella giusta.

In primis è doveroso accertarsi che ogni placca  corrisponda perfettamente alla sua scocca. In fase di progettazione o di costruzione si deve decidere anche il numero di interruttori che si vogliono posizionare.

Placche touch per la casa smart

I modelli di placche più all’avanguardia sono indubbiamente le soluzioni touch, si tratta di placche perfette per una casa smart,  dotata di sistema domotico. Funzionano con il solo tocco: sfiorando la presa si accende la luce.

Anche nelle soluzioni touch ci sono più modelli tra cui scegliere:  il modello più diffuso per queste soluzioni è la placca raso muro, dello stesso colore e materiale che garantisce un risultato   minimale, pulito essenziale. Ci sono poi interruttori privi di placca, formati da un unico pannello touch.

Tra i modelli touch ci sono modelli con  placche  importanti, che sembrano quasi delle cornici, e che hanno la funzione di risaltare gli interruttori.
Tra le soluzioni più all’avanguardia, troviamo le placche con i profili Led o bordi fluorescenti che consentono di individuare gli interruttori della luce anche al buio.

Ci sono poi i modelli a scomparsa: le spine sono nascoste da uno sportello scorrevole e la placca può essere rivestita con materiali più insoliti, come tessuto, vetro, carta da parati o diventare un tutt’uno con la parete.

Placche tradizionali

Chiamarle tradizionali è riduttivo, oggi si può infatti scegliere tra una vasta gamma di materiali, forme e colori molto diverse dai modelli basici. Tra i  materiali  più comuni troviamo metallo, legno,  reflex o tecnopolimero (materiale plastico).

Si può optare per le soluzioni a rilevo o raso muro, si può giocare con i contrasti o preferire il tono su tono. Si può optare per profili squadrati o profili tondeggianti. Un esempio sono le placche Bticino living, ideali per qualsiasi tipo di esigenza. La placca classica semplice e bianca è sicuramente una delle placche più diffuse.

Può essere posizionata su di una parete  della stessa tonalità per avere un effetto tono su tono oppure, la si può collocare in una parete colorata per avere un effetto a contrasto.

Anche il bianco può dare diverse possibilità di scelta: si può scegliere un bianco lucido oppure un bianco opaco, o ancora si può optare per una tonalità brillante.

Placca ad incasso

Una placca originale e moderna è quella ad incasso che consente di avere la placca filo muro. Anche con questa soluzione si può giocare con i colori. La placca giusta sarà un valore aggiunto per il vostro interno.