Mercato azionario, il 2021 non sarà soltanto all’insegna dei titoli tech

Le quotazioni del mercato azionario in questo frangente storico non sono certo a basso prezzo. E tutto sommato si tratta di una cosa sorprendente, visto che questo 2020 è stato caratterizzato dalla crisi più pesante dal dopoguerra. Una crisi planetaria.

Il 2021 del mercato azionario

mercato azionarioLa prospettiva di un miglioramento delle condizioni nel 2021 fa ritenere che le buone performance del mercato azionario possano ripetersi anche il prossimo anno. Con una probabile differenza. Se nel corso di quest’anno a tirare la corsa sono stati i titoli tecnologici, probabilmente l’anno prossimo la corsa riguarderà una gamma di settori più vasta. Non solo negli USA ma anche su altri listini, siamo sicuri che le notizie sul DAX lo confermeranno.

Il ruolo dei titoli tech

C’è però da precisare una cosa. Il fatto che i titoli tech – i cosiddetti FAMAG – hanno guidato la marcia quest’anno, non vuole dire che finiranno in bolla il prossimo. Anche se è vero che essi rappresentano un quarto dell’intera capitalizzazione dello S&P500, non ci sono analogie con quanto avvenne con la “bolla internet” del 1999.

All’epoca a guidare gli investitori era una cieca euforia in tutto ciò che era tecnologico. Stavolta ci sono ricavi e profitti a giustificare la corsa delle big tech sul mercato azionario.
Inoltre tutto questo è frutto di un processo che ha accelerato l’adozione di nuove tecnologie da parte di cittadini e imprese. Basi pensare all’e-commerce e al telelavoro. Cambiamenti che in larga parte rimarranno anche dopo questa crisi pandemica.

Settori da tenere d’occhio

Per questo motivo i titoli tech saranno ancora grandi protagonisti sul mercato azionario. Magari non come prima, e sicuramente non saranno i soli.
Ci si aspetta una crescita anche in quelle aree che hanno sofferto tanto quest’anno. Come alberghi, ristoranti, tempo libero e compagnie di viaggi. Da loro ci si attende un rimbalzo, magari anche forte. Così come chi sfrutta le app trading bonus gratuito deve monitorare i settori ciclici come energia, materiali o industria. Chiaramente non facendo di tutta erba un fascio, ma selezionando con cura i titoli sui cui puntare.