Garage esterni per auto: quale soluzione scegliere?

Pioggia, vento, grandine, gelo, ma anche i semplici raggi del sole possono danneggiare la tua automobile e, alla lunga, il tuo portafoglio.

Quanti interventi di manutenzione straordinaria potresti risparmiarti se solo avessi di un riparo per la tua vettura?

Oggi, se disponi di uno spazio aperto sufficientemente ampio, puoi installare un garage auto da esterni in modo facile e veloce. Vediamo insieme quali sono le soluzioni disponibili sul mercato e come scegliere la più adatta a te.

Box o tettoia?

Quando decidi di acquistare un garage per esterni, devi innanzitutto decidere se puntare un un box chiuso o su una tettoia.

Quali sono le principali differenze?

Il box chiuso è più simile a un garage classico e richiede più spazio, oltre a un investimento economico maggiore. Chiuso su tutti i lati e dotato di portone, questo tipo di garage fornirà alla tua automobile non solo una totale protezione dagli agenti atmosferici, ma anche una certa sicurezza contro furti o danneggiamenti incidentali.

La tettoia (per esempio questi modelli di tettoie per auto) è una soluzione più economica e richiede minore spazio. Totalmente aperta o chiusa su alcuni lati, non garantisce una protezione totale. Meno invasiva del box chiuso, può offrire soluzioni esteticamente gradevoli, in grado di fondersi con l’ambiente in cui è inserita.

Caratteristiche principali

Una volta deciso se acquistare un garage chiuso o aperto, puoi iniziare la tua ricerca, online o presso rivenditori fisici. Le soluzioni disponibili sono tante e il rischio di lasciarti attirare dal box “più bello” o “più economico” è grande.

Seppure sia innegabile che estetica e prezzo siano importanti, le caratteristiche principali che deve possedere un buon garage da esterni e che, quindi, dovrai analizzare per prime, sono le seguenti:

  • solidità e resistenza: che si tratti di un box chiuso o di una semplice tettoia, la solidità strutturale e la resistenza sono fondamentali affinché non si verifichino spiacevoli incidenti;
  • qualità della copertura: i materiali di copertura possono variare da semplici teli a tegole canadesi, legno o alluminio. L’importante è che il materiale utilizzato impedisca infiltrazioni dall’alto, sia ben posizionato e possa resistere al peso dell’acqua o della neve;
  • materiali: non solo la copertura, ma anche la struttura portante e, se presenti, le pareti, devono essere realizzate con materiali idonei. I più usati sono il legno e il ferro: mentre il primo può offrire soluzioni molto gradevoli, ma necessita di maggiore manutenzione e di trattamenti che riducano l’escursione termica, il secondo permette di avere box dalle linee più semplici, ma più duraturi nel tempo, in particolare se sottoposto a zincatura;
  • dimensioni: il box o la tettoia devono essere in grado di coprire e contenere totalmente il tuo veicolo. Le soluzioni proposte sono solitamente modulari, quindi prendi bene le misure per non sbagliare il tuo acquisto!

Kit di montaggio, prefabbricato o costruito ad hoc?

Hai scelto la tipologia di box e hai analizzato tutte le caratteristiche essenziali, ma ora sei indeciso: meglio puntare sul fai-da-te, acquistare un box prefabbricato oppure rivolgersi a un professionista del settore in grado di costruire una struttura su misura?

I kit di montaggio, pur essendo pensati per permetterti di realizzare il garage in totale autonomia e senza difficoltà, sono un’ottima soluzione se hai buona manualità e dimestichezza con il montaggio.

Un’ottima alternativa sono i garage prefabbricati: meno economici dei precedenti, ti risparmiano un bel po’ di fatica e evitano spiacevoli incidenti.

Per finire, se desideri qualcosa di particolare o preferisci un box più durevole, magari in muratura, la scelta migliore è quella di affidarsi a dei professionisti che siano in grado di realizzare il garage da esterni su misura per te