Podistica Teverolese: 25 anni di piccoli traguardi

TEVEROLA. La “Podistica Teverolese” compie 25 anni. La realtà sportiva è stata fondata nel dicembre del 1995 dal Maestro Antonio Improta; i podisti erano gli allievi della kick boxing, che parteciparono, in diverse occasioni, ai campionati nazionali A.S.I. di corsa campestre su pista e su strada. Competizioni in cui i gli atleti  portarono a casa anche qualche medaglia d’oro.

A quei tempi, nel casertano, c’era un grande movimento podistico amatoriale, gestito dalla F.I.A.S.P., presieduta dall’indimenticato Francesco Raucci, che collaborò con la podistica teverolese per l’organizzazione di tre edizioni di “Vivicittà Teverolese”, negli anni 1997, 1998, 1999. Ad ogni edizione presero parte circa 500 podisti provenienti da tutta la Campania; il ricavato venne, in tutte le occasioni, devoluto in beneficenza. Lo storico staff organizzativo, che operava con il Maestro Antonio Improta, era composto da Luigi Caserta, Pasquale Dalia, Isidoro Della Volpe, Margareth Cangiano, Alfonso Manna e Mario D’Auria.

Altri traguardi raggiunti negli anni trascorsi fino al 2020, sono stati: la “Maratona di Parigi 2016”, la “Maratona di Roma 2017” e la “Maratona di Madrid 2018”. Dopo l’appuntamento spagnolo, a dicembre 2018, da una riunione tenutasi in via Pecorario, nacque “ASD Atletica Teverola F.I.D.A.L.”, nuova realtà sia sportiva che sociale. Il gruppo è presieduto da Paolo Cesaro, vicepresieduto da Giovanni Marino e gestito in segretaria da Francesco Moretti. Il progetto è futuristico, ovvero rendere la corsa uno stile di vita accessibile a tutti.

“Sono contento di essere stato tra i fondatori dell’ASD Atletica Teverola – commenta il Maestro Antonio Improta -, una società che vanta la presenza, tra le sue fila. di tanti sportivi. L’avventura della Podistica teverolese termina proprio nel dicembre 2020. Ringrazio chi, in questi anni, ha collaborato con noi, sostenendoci con il suo impegno. Tutti insieme abbiamo lanciato un messaggio chiaro: a Teverola tutti gli sport hanno radici forti”.