Spazio di testa, occhio agli autocampionatori!

Quando si parla dello spazio di testa, forse in pochi conoscono appieno la tecnica GC, ovvero la gas – cromatografica, grazie alla quale si riescono tranquillamente ad analizzare i composti organici volatili.

Spesso chi decide di scegliere un’analisi spazio di testa lo fa principalmente per motivi ben noti, vale a dire costi, tempo, così come anche un’esecuzione decisamente più semplice e non per ultimo la capacità di poter gestire un gran bel numero di matrici campione.

L’analisi in questione è utilizzata ormai da tantissimi anni anche in Europa e pian piano sta sostituendo molte altre applicazioni tipicamente americane, le quali a loro volta risultano, al giorno d’oggi, essere carenti sotto determinati aspetti, tanto da portare a svantaggi di produttività, basti pensare al Purge&Trap.

L’autocampionatore spazio di testa, conosciuto con la sigla HTA può avvalersi di strumenti dedicati, così come anche di autocampionatori multifunzione, in questo modo si riescono a supportare tutte le varie analisi del caso.

Da oggi si può scegliere il campionatore perfetto!