Come Fare Testamento Olografo, Esempio : Ecco Cosa Fare Per Non Correre Rischi

Quando arriva il momento di mettere nero su bianco le proprie volontà è importante specificare nel dettaglio tutto quello che ti vuole lasciare e a chi. E’ una scelta fondamentale perché offre l’occasione di chiarire quali sono le proprie scelte in merito ai beni a disposizione. Il testamento olografo, per esempio è un documento che è giuridicamente valido e dà l’opportunità di gestire tutti quelli che sono i propri averi, una volta arrivata l’ora della vostra dipartita. Per dare un documento di questo tipo, bisogna però capire bene quali sono i parametri e i criteri da rispettare in modo tale che non possa non si possa correre il rischio che venga impugnato dai vostri eredi. Vediamo nel dettaglio quali sono i criteri per la redazione di un testamento olografo e quali sono altri tipi di trattamenti tra cui è possibile scegliere per mettere in chiaro le proprie volontà post mortem.

Testamento Olografo, Esempio Di Documento Valido

Per fare in modo che ho un testamento, bisogna e redarlo secondo delle regole. Il testamento olografo, è un esempio di testamento valido purché rispetti delle caratteristiche. Questo documento può essere dato senza la presenza di un notaio. Però, è importante è che mi hanno scritto di proprio pugno dal testatore, nella fase di redazione, bisogna specificare qual è la data e il luogo di redazione. Inoltre, il testatore deve specificare tutti i suoi dati anagrafici in modo tale da avere contezza che si tratti della persona interessata. È fondamentale, inoltre, che sia specificato che si è nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali e psichiche e quindi, si è capace di intendere e di volere. Sul testamento olografo, per esempio mi sono anche tanti modelli disponibili in rete che offrono delle indicazioni ben precise. E’ bene sottolineare che il documento non può essere redatto con l’aiuto di strumenti tecnologici, ma solo ed esclusivamente scritto di pugno dal testatore.

Testamento Olografo, L’esempio O L’alternativa

Se non è possibile fare testamento olografo vi sono tante altre alternative disponibili. Il testamento olografo per esempio, in alcuni casi, non può essere fatto perché la persona interessata non riesce a redarre da solo il documento pur essendo in possesso delle proprie facoltà mentali. In questo caso, allora bisogna optare per una tipologia addestramento diverso. E’ fondamentale l’aiuto del notaio. Perciò il testatore può decidere di fare il testamento davanti al notaio, sia in forma pubblica che in forma privata. In forma pubblica, vuol dire che saranno presenti anche dei testimoni. In questo caso, la persona dirà al notaio tutte le sue volontà e verranno trascritte registrate. Il testamento privato davanti al notaio funziona allo stesso modo solo che non è prevista la presenza di testimoni ma ha la stessa validità giuridica.

Testamento Olografo, L’esempio Pratico

Molte persone decidono di optare per il testamento olografo perché così non devono sostenere i costi del notaio nella redazione di tale atto. Parlando di testamento olografo, l’esempio fondamentale è quello di iniziare con la data e luogo in cui si sta redigendo il documento e poi specificare iniziando con il sottoscritto. Inoltre, si deve chiarire che sia in pieno possesso delle proprie facoltà mentali e poi specificare minuziosamente quali sono i propri beni a chi si intende lasciarmi. Nel caso che ho un lascito solidale bisogna fare in modo che non ci siano dubbi di interpretazione. Ad esempio, se si opta per una ONLUS bisogna inserire il codice fiscale e i dati della Onlus. Nel caso di un associazione, il criterio deve essere lo stesso. Fate attenzione a questi particolari il documento sarà valido.