Tutto Quello Che C’è Da Sapere: il 5 Per Mille a chi Donarlo

Con la finanziaria del 2006 lo Stato ha dato la possibilità ai cittadini contribuenti di decidere a chi donare il 5 per mille. Il 5 x mille è una misura fiscale che dà l’occasione ai cittadini di destinare il 5 per mille dell’IRPEF, Imposta sul reddito delle persone fisiche, per attività del terzo settore e del sociale. Un modo per riuscire a dare il proprio contributo a chi svolge attività socialmente utili. Se vi state chiedendo però il 5 per mille a chi darlo, è bene sapere che ci sono degli enti specifici che sono abilitati a ricevere questa quota. Per avere l’elenco dei beneficiari si può andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate che ha un motore di ricerca in cui si può cercare l’ente specifico oppure valutare bene in base ad una serie di criteri.

Il 5 Per Mille A Chi E Come Donarlo

Vi state chiedendo il 5 per mille a chi donarlo? Per saperlo, bisogna un po’ seguire quelle che sono le proprie convinzioni, preferenze e sensibilità. Il 5 per mille infatti può essere destinato a enti di ricerca scientifica, enti di ricerca sociale ma anche a delle realtà che operano nell’ambito della promozione sociale e del volontariato. Un altro modo per riuscire a destinare il 5 per 1000 è quello invece di focalizzarsi sui servizi sociali del proprio comune di residenza. È anche possibile, a partire dal 2009, finanziarie le associazioni che lavorano nell’ambito del sport a livello dilettantistico e facendo attività sociale sul territorio. Inoltre, possono ricevere la quota del 5 per mille le università, le ONLUS ed enti no profit. Al di là degli specifici enti, è bene anche capire in che modo funziona la donazione del 5 per mille. Nell’ambito della dichiarazione dei redditi dal proprio commercialista, bisognerà precisare chi si vuole finanziare o quale settore e il gioco sarà fatto.

Il 5 Per Mille A Chi Donarlo In Modo Corretto

Una volta deciso sul 5 per mille, a chi darlo, allora bisogna fare in modo che la donazione avvenga correttamente. Ci sono due metodologie con cui è possibile dare il contributo del 5 x mille. Si può scegliere ad esempio, qual è l’ambito di azione. Il contribuente può indicare l’ok nelle caselle che si trovano sul modello della dichiarazione dei redditi, le aree di destinazione come ad esempio, la promozione sociale, la ricerca scientifica o la ricerca sanitaria. Una volta scelte queste possibilità, allora i fondi saranno destinati a questo ambito in maniera generale. Un’altra modalità per destinare il 5 x mille a chi darlo e di trovare sul sito dell’Agenzia delle Entrate l’elenco di coloro a cui si può fare la prenotazione e fornire il codice fiscale univoco di questa realtà. In tal modo, si avrà la certezza di finanziare specifici progetti, avendo anche le idee chiare su quali saranno le destinazioni dei fondi. Basti pensare che in base al principio di trasparenza dal 2011, chi riceve il 5 x 1000 deve rendicontare ogni spesa sostenuta.

Il 5 Per Mille A Chi Vale La Pena Donarlo

Cercare di capire chi vale la pena donare il 5 per mille Non è facile. In realtà non c’è una risposta univoca a questa domanda. Molto spesso Infatti le persone fanno delle scelte legate ad esempio alla loro realtà territoriale oppure alla possibilità che sia di aiutare qualcuno che ti conosce punto infatti, è l’esempio della ricerca sanitaria. Il 5 per mille può essere dato a denti che lavorano in questo ambito Con lo scopo magari di contribuire alla salute di una persona cara Con l’aiuto della ricerca molto spesso poco finanziata dallo Stato per problemi di carattere economico-finanziario. Quindi quando si decide il 5 x mille a chi darlo bisogna fare molta attenzione perché la decisione complessa e delicata.