Sfiatare termosifoni: ecco come fare

Se i tuoi termosifoni non si riscaldano correttamente o presentano dei punti freddi, potrebbe essere necessario spurgarli. In tal caso non ti devi preoccupare più di tanto, poiché questa operazione la puoi effettuare tu stesso in modo rapido e senza far ricorso ad attrezzi particolari. In riferimento a quanto sin qui premesso, di seguito troverai una guida che mostra come sfiatare i termosifoni in pochi e semplici passaggi, scritta con le informazioni raccolte da un confronto con tecnici specializzati nel settore, quelli di Pronto Intervento Idraulico Bologna.

Perché è importante sfiatare un termosifone?

I termosifoni vanno fatti sfiatare quando hanno l’aria intrappolata al loro interno in quanto impedisce all’acqua calda di circolare. Ciò può rendere il radiatore freddo nella parte superiore e caldo in quella inferiore. In presenza di questo inconveniente significa che il tuo sistema di riscaldamento centralizzato non funziona in modo efficiente e può richiedere quindi più tempo per riscaldare la tua stanza e anche le tue bollette del gas saranno più alte.

Sempre in riferimento al motivo per cui è necessario far sfiatare i termosifoni, va altresì aggiunto che l’aria intrappolata li rende anche rumorosi, sferraglianti o gorgoglianti. Detto ciò per tenere sempre questi elementi riscaldanti in buona efficienza, il consiglio è di sfiatarli almeno una volta all’anno anche se funzionano correttamente.

Cosa ti occorre per sfiatare un termosifone?

Per eseguire la corretta manutenzione del termosifone ed in particolar modo per farlo sfiatare, innanzitutto devi sapere che ti occorrono una chiave inglese, un panno per assorbire l’acqua e un contenitore per la raccolta di quella che tracima dalla struttura. Premesso ciò, per iniziare il lavoro devi agire con la suddetta chiave facendola girare in senso antiorario per aprire la valvola situata nell’angolo in alto a destra del termosifone.

Per fare ciò, ovviamente devi spegnere preventivamente l’apparecchio; infatti, tale operazione non puoi effettuarla se è acceso poiché il termosifone potrebbe essere troppo caldo al tatto e anche l’acqua essendo bollente provocarti delle ustioni su mani e viso. Per ottimizzare il risultato assicurati di bloccare con la chiave inglese l’apposita manopola di sfiato del termosifone, facendola cioè aderire alla scanalatura quadrata posta al centro della valvola. Non appena avverti un sibilo, significa che l’aria intrappolata sta uscendo.

Completa l’operazione di sfiato del termosifone

Per portare a buon fine il lavoro di sfiato dell’aria presente nel tuo termosifone, usa il panno per raccogliere l’acqua che fuoriesce e avvita poi di nuovo la valvola una volta che il sibilo si ferma e dall’ugello noti solo la presenza di liquido. Tale operazione falla velocemente per evitare che tracimi troppa acqua, e che puoi in tal caso raccogliere con il contenitore preventivamente preparato.

A questo punto riaccendi il tuo impianto di riscaldamento centralizzato e controlla la pressione sul manometro della caldaia, e se noti che è troppo bassa usa l’apposita leva per regolarla. A margine il consiglio finale è di verificare se il termosifone si sta riscaldando in modo uniforme; infatti, se il calore è distribuito regolarmente sia nella parte bassa che in quella alta, allora significa che il lavoro di sfiato ti è riuscito alla perfezione.

Vuoi sapere a chi affidarti in queste situazioni? Leggi questo articolo!