Stufe a pellet: i migliori modelli del 2020 secondo Lovebrico

Anche quest’anno l’arrivo della stagione fredda ci chiama a prestare attenzione al termoarredo di casa, meglio se in maniera green e sostenibile. Lovebrico ha stilato una classifica dei tre migliori produttori di stufe a pellet del 2020, disponibili online anche usufruendo dell’incentivo Conto Termico 2.0.

 

Per avere una casa calda e accogliente anche durante i mesi invernali e le giornate più fredde, bisogna potenziare il termoarredo dell’abitazione. Oggigiorno, però, è necessario avere un occhio di riguardo per la salute del pianeta: ecco perché è importante optare per metodi di riscaldamento alternativi a quelli più tradizionali.

 

Il riscaldamento con la stufa a pellet, infatti, è un metodo rivoluzionario nell’ambito della riduzione di emissioni inquinanti: grazie al pellet, combustibile organico derivante dal legno, ecologico ed economico, si può affrontare il freddo dando un taglio al consumo di gas dei classici termosifoni, che oltre a essere dispendioso è anche inquinante.

 

Ecco i tre produttori di stufe a pellet consigliati per il 2020 da Lovebrico: si tratta di aziende che possono vantare anni di esperienza alle spalle e una cura meticolosa nella scelta dei materiali usati e delle tecnologie.

 

 

  • Dielle, qualità e innovazione

 

 

Le stufe a pellet dell’azienda italiana Dielle, hanno un innovativo sistema brevettato di caricamento del pellet che consente di alimentare il bruciatore dal basso con notevoli vantaggi: basta svuotare il cassetto delle ceneri che vengono espulse automaticamente nel vano contenitore per pulire la stufa.

 

Acquistando una stufa Dielle oggi è possibile godere dello speciale incentivo Conto Termico 2.0  concesso per gli interventi che riguardano i miglioramenti dell’efficienza energetica nelle abitazioni.

 

 

  • Klover, design e cura dei dettagli

 

 

Le stufe a pellet di Klover sono modelli Made in Italy, perfetti per essere installati in qualsiasi tipo di ambiente. Ve ne sono di diversi tipi, da quelle con un design classico a quelle moderne. Inoltre, alcuni modelli arrivano a una copertura di 100 mq. 

 

Il plus? Il sistema brevettato a combustione totale con basse emissioni e pulizia automatica delle ceneri e il beneficio dell’incentivo economico Conto Termico 2.0.

 

  1. Cadel, leader nella produzione di stufe a pellet

 

L’azienda Cadel è sinonimo di qualità, dal momento che fa anche parte del del gruppo MCZ, il primo gruppo italiano per stufe a pellet. 

Note per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, queste stufe hanno prestazioni elevate e cura dei dettagli pur senza costi eccessivi. 

Anche in questo caso è possibile utilizzare l’incentivo economico Conto Termico 2.0 per l’acquisto.

 

Lovebrico ha una vasta gamma di stufe a pellet, da installare in casa per uno stile di vita all’insegna del green, ma scegliere una di queste tre valide e affidabili aziende è la mossa giusta per il 2020.