Miscelatore doccia con deviatore: come funziona

Nelle abitazioni che presentano un bagno moderno non può mancare la doccia che presenta il miscelatore con deviatore. Questo oggetto si sta diffondendo sempre di più in ogni casa, ma vediamo insieme di cosa si tratta, qual è il suo funzionamento e le sue caratteristiche. Abbiamo prodotto un articolo insieme ai tecnici del servizio Pronto Intervento Idraulico Genova per parlare proprio di questo. Continua a leggere se sei interessato!

 

Miscelatore doccia con deviatore: di cosa si tratta?

Molte docce sono formate dal sistema che fa fuoriuscire l’acqua con un effetto doccia e si chiama soffione. Esso si usa ad esempio quando non si voglio lavare i capelli.
In commercio esistono diverse tipologie di miscelatore, che variano in base alle caratteristiche e al prezzo, quindi sono adattabili ad ogni esigenza.

Ma quali sono le sue caratteristiche?
Esistono diversi modelli di miscelatore per doccia, che differiscono dal design, ma si possono distinguere in due categorie: miscelatore doccia con deviatore e senza deviatore. Quello con deviatore si utilizza quando si ha una doccia combinata con vasca, perché consente di cambiare il getto dell’acqua dal rubinetto al soffione o viceversa, per consentire il riempimento della vasca.

Un altro caso in cui viene usato il miscelatore della doccia con il deviatore è quando si vuole lavare la doccia in modo approfondito in tutti gli angoli, perciò si installa una doccetta. In questo caso il deviatore cambia il getto dal soffione alla doccetta. Per usufruire di queste due funzionalità della doccia non sono necessari due rubinetti, cioè uno per la doccia e uno per il soffione, ma ne basta solamente uno, quello con il deviatore. Il deviatore è una valvola idrica che permette, come dice la parola stessa, di deviare l’acqua in diverse zone della
doccia.

L’acqua della doccia passa in una delle uscite e quindi il compito del miscelatore con deviatore è quello di far passare l’acqua in uno di quelli presenti.
Online sono presenti diversi modelli di questo oggetto, le tipologie più tradizionali fanno fuoriuscire il getto d’acqua dove si desidera, attraverso l’utilizzo di alcune leve.

 

Diversi modelli di deviatore della doccia

Ultimamente i deviatori per doccia sono diventati dei veri e propri composti d’arredo, che vengono abbinati alla doccia del proprio bagno. Esistono anche dei deviatori che sono formati da pulsanti automatici; i deviatori per doccia si possono trovare di stili diversi, ma anche di diverse misure.

I più utilizzati sono quelli a due vie, ma ci sono anche quelli che ne presentano ben cinque, questo dipende dalle uscite che presenta la doccia, infatti i box moderni sono dotati di alcuni getti per l’idromassaggio, posti sulle pareti laterali, come una vera e propria Spa.

È indispensabile che sia presente un deviatore che manda l’acqua ai getti laterali del box doccia, piuttosto che al soffione generale.

 

Miscelatore doccia da incasso o esterno

Esiste anche un’altra distinzione tra i vari miscelatori presenti in commercio, infatti ci sono quelli esterni ed interni.

La tipologia esterna è dotata, oltre alla manopola, di due uscite di acqua a temperatura sia calda che fredda. Questa tipologia di solito viene usata per ambienti che hanno uno stile classico e quindi è facile da montare, perché non si devono effettuare lavori di muratura.

Per quanto riguarda invece quello a incasso, è utilizzato maggiormente per gli ambienti che presentano uno stile più contemporaneo. È perfetto per le docce di piccole dimensioni e che si trovano in bagni piccoli, perché si nasconde all’interno del muro e quindi la parte che si vede occupa poco spazio.

Uno svantaggio però è che il montaggio è più complicato perché c’è bisogno di rimuovere le mattonelle del bagno.

 

Se hai difficoltà puoi rivolgerti a diversi servizi di riparazione, in questo articolo ne segnaliamo uno in particolare.