Scatole di derivazione: dove posizionarle

Finalmente ci sei quasi, dopo aver montato correttamente il salvavita ed effettuato le tracce per il passaggio delle tubazioni per i cavi, non devi fare altro che posizionare le scatole di derivazione. La loro posizione deve essere discreta ma deve permetterti di lavorare tranquillamente quando dovrai passare i cavi, pertanto in questa breve guida ti accompagneremo passo passo in modo che tu possa godere della migliore posa in opera possibile.

Se vuoi andare sul sicuro, puoi sempre optare su un servizio locale: ad esempio, puoi affidarti ad un elettricista nella città di Genova, nel caso tu abiti nel capoluogo ligure.

 

Posizionamento ideale delle scatole di derivazione

Come punto di partenza prendi come riferimento il salvavita che ovviamente avrai installato a poca distanza dal contatore generale, adesso il consiglio è quello di posizionare la prima scatola di derivazione nelle sue vicinanze, questo agevolerà notevolmente il tuo lavoro rendendolo semplice ed intuitivo.

Con la dovuta calma ed attenzione procedi in ordine, piazzane una in ogni stanza senza mai dimenticare che le cassette di derivazione vanno posizionate in posti non molto visibili, il consiglio, quando è possibile, è quello di sfruttare gli spazi dietro l’anta delle porte interne, oltretutto se già sei a conoscenza di come verrà predisposto l’arredamento evita i luoghi in cui verranno piazzati grossi armadi o mobili, un eventuale manutenzione anche se di pochi secondi potrebbe risultare un vero stress.

 

Collocazione scatole di derivazione

Le scatole di derivazione vanno murate esattamente a 25 cm dalla pavimentazione, misurando questa distanza dalla parte inferiore.
Adesso che hai posizionato per bene tutte le scatole non ti resta che unire scatola del salvavita e scatola di derivazione, per questa operazione ti occorre un tubo da 25 millimetri, per avviare i lavori di finitura fai partire da questa solo due tubi da 25mm in direzione della prima scatola più vicina alle altre scatole di derivazione. Il consiglio è sempre quello di utilizzare due tubi, in quanto nel caso in cui dovesse presentarsi qualche problematica nel passaggio dei fili potrei sfruttare l’altro tubo che comunque potrebbe rivelarsi estremamente utili nel tempo nel caso di nuovi passaggi.

Finalmente sei giunto al momento che tanto stavi aspettando, ogni stanza ha la propria scatola di derivazione. Comincia a pensare che i cavi conduttori devono essere di sezione sei millimetri, in gergo questa sezione viene detta dorsale ed è la più importante di tutto l’appartamento, la quale dovrà vantare una grande durata nel tempo.

Ci sei quasi, finalmente l’energia elettrica sta per varcare le soglie del tuo appartamento, quindi non perdere tempo e dal contatore parti con la fase, che generalmente viene contraddistinta dal colore nero ed il neutro con colore azzurro, con questi due cavi, che ti ricordo devono essere da 6 millimetri devi raggiungere il salvavita, da qui sempre con fase e neutro vai verso la scatola di derivazione più vicina a, una volta completata questa operazione fai attenzione che da questa scatola in poi dovrai utilizzare la messa a terra che per norma di legge va contraddistinta con il cavo giallo-verde.

 

Leggi anche questo articolo sul funzionamento dei videocitofoni senza filo!