Smaltimento Amianto e Regno Unito

L’amianto, il minerale una volta denominato “materiale miracoloso”, è ora noto per essere effettivamente un prodotto altamente cancerogeno e pericoloso per la salute.

Per questo motivo è importante lo Smaltimento Amianto, non solo nel Regno Unito ma in ogni parte del mondo ove possibile rimuoverlo ormai gli studi sono unanimi nello stabilire che è un materiale dannoso per la salute, e seguire le procedure legislative legate ad ogni Paese è l’unica prassi possibile.

A causa dei pericoli associati all’amianto, qualsiasi prodotto contenente amianto è stato vietato per l’uso nel Regno Unito dal novembre 1999, anche se sono stati prodotti altrove. La Rimozione Amianto sarà inevitabile in molti Paesi del mondo per garantire un livello di sicurezza anche in abitazioni costruite negli anni passati che purtroppo hanno ancora tracce di questo materiale nelle loro strutture.

Fino al novembre 1999 c’erano oltre 3.500 diversi prodotti contenenti amianto fabbricati, importati e utilizzati nel Regno Unito. Questi prodotti includevano isolamento, intonaco per muratori, piastrelle per pavimenti, pannelli, prodotti in cemento e pannelli per tetti per citarne solo alcuni.

Sebbene questi prodotti siano ora vietati nel Regno Unito, purtroppo ci sono ancora migliaia di prodotti a base di amianto nel Regno Unito. Questo amianto viene spesso intercettato, di solito accidentalmente, dai proprietari di casa e dai commercianti durante i lavori di demolizione e ristrutturazione.

L’Health and Safety Executive raccomanda che ogni volta che si sospetti che possa essere stato trovato amianto, una società specializzata nella rimozione dell’amianto venga incaricata di partecipare al sito ed eseguire test per confermare se il materiale è effettivamente amianto o meno. Se viene confermato che il materiale contiene amianto, l’appaltatore specializzato può incapsulare l’amianto per renderlo sicuro o rimuovere l’amianto in modo controllato e sicuro.

Ma cosa succede ai rifiuti di amianto?

Rifiuti di amianto
Nei progetti commerciali sarà necessario che qualsiasi rifiuto di amianto sia dichiarato come rifiuto commerciale e smaltito in modo controllato.

In alcuni casi è possibile utilizzare un cassone speciale contenente amianto per trattenere i rifiuti di amianto. Questo salto deve essere contrassegnato per mostrare che contiene rifiuti di amianto.

Anche se non viene utilizzata una benna specialistica, i rifiuti devono comunque essere smaltiti in sacchi contrassegnati (doppio sacco) presso una discarica di amianto dedicata o portati a una stazione di trasferimento autorizzata.

Il sito della discarica è documentato dalle autorità locali, quindi le persone sono consapevoli che l’amianto è sepolto nel sito.

Smaltimento dell’amianto come proprietari di casa
Se il proprietario di una casa ha una piccola quantità di rifiuti di amianto da smaltire, forse ad esempio, un vecchio pannello di fusibili contenente amianto, può portarlo al sito di riciclaggio e smaltimento dei rifiuti dell’autorità locale per lo smaltimento.

Il proprietario della casa deve dichiarare che sta smaltendo un prodotto di amianto e, a condizione che il sito accetti rifiuti di amianto, prenderà i rifiuti da te per lo smaltimento.

Il sito di smaltimento raccoglierà i rifiuti in due sacchi contrassegnati come descritto sopra. Il sito seppellirà quindi i rifiuti nella sua discarica, se ne ha una, o li invierà a una stazione di trasferimento autorizzata.

Tuttavia, se il padrone di casa non è in grado di smaltire l’articolo da solo poiché la propria discarica locale non accetta rifiuti di amianto, deve pagare per il ritiro dei rifiuti. Lo smaltimento dell’amianto in queste circostanze richiede anche che i rifiuti vengano portati in una stazione di trasferimento autorizzata dell’Agenzia per l’ambiente.

Stazione di trasferimento con licenza
In una stazione di trasferimento autorizzata un supervisore dei rifiuti esaminerà i rifiuti di amianto, completerà tutti i documenti pertinenti e quindi approverà il trasferimento. I rifiuti di amianto in sacchi doppi e sigillati vengono quindi rinchiusi in modo sicuro in un composto sigillato che è autorizzato e monitorato dall’Agenzia per l’ambiente.

Una volta che una discarica dedicata all’amianto diventa disponibile, i rifiuti vengono poi “trasferiti” alla discarica in modo sicuro.

Questo processo è progettato per garantire che lo smaltimento dell’amianto sia condotto in stretta conformità con i regolamenti sul controllo della prevenzione dell’inquinamento, una legge progettata per regolare l’inquinamento da prodotti nocivi come l’amianto.

Perché lo smaltimento dei rifiuti di amianto è così regolamentato?
Purtroppo le malattie legate all’amianto sono responsabili di un numero estremamente elevato di decessi su base annua, il numero di decessi correlati all’amianto all’anno è superiore a quello dei decessi per incidenti stradali. Il Regno Unito ha anche il più alto tasso di mortalità legata all’amianto nel mondo. Si stima che i decessi correlati all’amianto raggiungano il picco tra il 2014 e il 2018.

Sullo smaltimento dei rifiuti di amianto
In qualità di proprietario di una casa o di un’azienda, sarebbe sempre quello di impiegare appaltatori specializzati nell’amianto per esaminare qualsiasi materiale che si sospetti sia amianto e chiedere loro di incapsulare o rimuovere in modo sicuro l’amianto identificato. C’è un costo associato agli appaltatori specializzati nell’amianto, anche se riteniamo che sia economico da pagare se si salva solo una persona dagli effetti di una malattia correlata all’amianto.