Come funzionano le lampade a led

L’utilizzo delle lampade a led ha preso il sopravvento, in quanto il loro impiego è cresciuto esponenzialmente. Tra i vari motivi vi è sicuramente il fatto che consumano poco. Se ti stai chiedendo come funzionano e cosa sono, sei nel posto giusto. Infatti con l’aiuto dei tecnici di Elettricista Genova siamo riusciti a scrivere un post sull’argomento. Continua a leggere l’articolo per saperne di più.

 

Cos’è un led: l’elemento di cui sono composte

Le lampade a led furono inventate nel corso degli anni ’60 e, successivamente, all’inizio del ventunesimo secolo hanno iniziato a comparire su scala mondiale. I led (acronimo di Light Emitting Diodespermettono la diffusione attraverso semiconduttori (precisamente diodi).

È proprio questa caratteristica che rende il LED così sostenibile e conveniente, in quanto, grazie alla peculiarità dei componenti elettrici citati in precedenza, il LED non necessita di gas e non emette alcun tipo di raggio infrarosso. I primi modelli di LED avevano il difetto di emanare la luce con un’angolazione di 120 °, caratteristica che è stata fortunatamente sistemata nel corso del tempo.

 

Come funzionano le lampade a led

Il loro funzionamento è presto intuibile: sono infatti composte da LED, ovvero da componenti elettronici che, al passaggio di corrente, emettono una luce priva di ultravioletti, accendendosi quasi istantaneamente.

Essi non sono alimentabili direttamente a 220 Volts, ma richiedono un trasformatore per poter funzionare. Tuttavia, alcune lampade lo possiedono già al loro interno, così da poter essere utilizzate immediatamente e con maggior praticità.

 

Quali sono i reali vantaggi di questa tecnologia

Innanzitutto le lampade a LED consumano molto meno rispetto a quelle tradizionali: si calcola che consumino fino a 10 volte in meno rispetto a quelle alogene. Ciò permetterà di farvi risparmiare sul costo dell’elettricità.

In secondo luogo, durano fino a cinquantamila ore, al contrario di quelle tradizionali che si bruciano in un batter d’occhio. Infatti, le lampade a LED durano fino a ben venti volte di più di quelle tradizionali. Davvero niente male.

Inoltre, si accendono subito al 100 %. Capita spesso, soprattutto con le lampade al neon, di dover aspettare del tempo prima che possano accendersi a regime: non c’è niente di più fastidioso, soprattutto se sono collocate in luoghi dove una buona sorgente luminosa è quasi d’obbligo, come per esempio nelle scale.

Infine, le lampade a led scaldano molto meno di quelle tradizionali e ciò eviterà un ulteriore fonte di calore durante le giornate estive. Infatti gli apparecchi a LED difficilmente superano i 60/70 gradi centigradi.

Potrebbe interessarti anche questo articolo sul funzionamento di un videocitofono senza fili.