Il mirandolese Alberto Guicciardi inventa la mascherina per parrucchieri

L’idea di Alberto Guicciardi nasce dall’ennesima trasferta lavorativa negli Stati Uniti, con rientro in Italia a fine febbraio in occasione di uno degli ultimi voli previsti.

Mirandolese, di professione hair stylist, ha dato vita alla prima mascherina chirurgica per parrucchieri. OKmask  il nome del dispositivo di protezione sviluppato nella Silicon Valley italiana del biomedicale anche grazie al supporto di Gabriele Giovanelli e Carlo Bassoli, professionisti con esperienza pluriennale nel settore.

“Nel momento in cui si è presa coscienza dello scoppio della pandemia, oltreoceano si avvertiva la necessità di tutelare la salute mediante mascherine sanitarie”, racconta Guicciardi. “Tornato nel nostro Paese e nel pieno della zona rossa, grazie a più oltre quattro mesi di ricerca e sviluppo con analisi approfondita di collanti, materiali e relative applicazioni, si è concretizzata la realizzazione di Ok Mask, autoadesiva e riposizionabile. Una protezione efficace e confortevole che consenta il lavoro di noi hair stylist”.

Dispositivo brevettato, con deposito presso l’Ufficio di Modena, prevede un utilizzo continuativo per 3-4 ore, è applicabile in totale sicurezza ed è privo di elastici, consentendo piena funzionalità degli arti senza alcun intralcio. Rispetta appieno le prescrizioni medico-sanitarie e può essere utilizzato nei reparti di malattie infettive o oncologici come ulteriore filtro, sopra altre mascherine. Questo prodotto rappresenta qualcosa di innovativo, frutto di un accurato studio in 3D dei vari passaggi legati all’utilizzo, e garantisce sicurezza nella protezione dell’utilizzatore.”

okmask