Filtri climatizzatore: come pulirli

La manutenzione dell’aria condizionata è un passo obbligatorio per garantire l’efficienza e il corretto funzionamento dell’unità. Senza una regolare manutenzione, le prestazioni del sistema possono essere influenzate. In definitiva, si corre il rischio di un consumo eccessivo di energia elettrica e di un’usura prematura dell’impianto di climatizzazione.

Si stima che il 95% dei condizionatori d’aria, delle pompe di calore e dei condizionatori d’aria reversibili sia fortemente intasato, il che può essere la fonte di molti problemi di salute.

C’è un elenco di azioni molto semplici che potete intraprendere per prolungare la vita del vostro condizionatore d’aria e risparmiare energia. Le proponiamo di seguito, con le indicazioni fornite dai tecnici di Assistenza Condizionatori Torino, veri esperti del settore.

Pulire i filtri del condizionatore

I filtri del condizionatore trattengono polvere e polline, il quale è un potenziale nido di acari. Mentre fa circolare l’aria in una stanza, l’impianto di climatizzazione accumula un’enorme quantità di particelle sospese. Per vostra informazione, i condizionatori d’aria fanno circolare ogni ora fino a otto volte il volume d’aria di un locale. Questo dovrebbe essere fatto ogni due settimane durante il periodo di utilizzo, generalmente in estate.
Questi pochi passi chiave nella manutenzione dell’aria condizionata permettono di controllare lo stato dei filtri dell’aria ed eventualmente di cambiarli.I condizionatori d’aria non si limitano a riscaldare e raffreddare la casa. I sistemi di filtrazione nelle unità interne puliscono anche l’aria all’interno della casa. Si tratta di un sistema di filtrazione a sé stante. Quando si pulisce il condizionatore d’aria, è necessario pulire il filtro del condizionatore d’aria. Fortunatamente, si tratta di un’operazione molto semplice che si può eseguire rapidamente con la giusta metodologia!

Come eseguire la pulizia dei filtri del climatizzatore

Controllare il filtro del condizionatore d’aria per procedere alla pulizia. Prima di tutto, l’aria condizionata deve essere spenta durante l’intero funzionamento e deve essere riavviata solo dopo che i filtri sono stati rimessi in posizione. Durante la pulizia, la polvere può essere rimossa dal filtro dell’aria utilizzando un aspirapolvere e poi lavando il filtro in una soluzione di acqua e detergente delicato. Aprire il pannello frontale dell’unità di climatizzazione interna per accedere al filtro da pulire. Di solito si tratta di due clip che possono essere facilmente aperte utilizzando le piccole alette sui lati. Rimuovere i filtri facendoli scorrere verso l’alto nella cerniera e poi farli scorrere verso di voi per staccarli dall’unità interna (se necessario, il manuale d’uso del vostro condizionatore vi spiegherà come procedere).
Controllate l’aspetto generale del vostro filtro, se notate che è perforato o rotto, è meglio cambiarlo. Se è in buone condizioni, basta pulirlo. Per pulire il filtro dell’impianto di climatizzazione è sufficiente acqua calda. Basta metterlo sotto l’acqua per pulirlo. Dopo la pulizia, lasciare asciugare il filtro e, se necessario, pulirlo con un asciugamano per facilitare l’asciugatura. Una volta che il filtro è asciutto, è possibile rimontarlo sull’unità di climatizzazione interna. Chiudere il pannello frontale e riaccendere l’unità interna.

Suggerimento: per la pulizia con acqua, girare il filtro in modo che l’acqua passi dal lato pulito del filtro al lato sporco, in modo che l’acqua spinga la polvere fuori dal filtro. La temperatura dell’acqua non deve superare i 40°C per evitare di deformare la griglia del filtro. Se si lava il filtro, assicurarsi di lasciarlo asciugare in un luogo ombreggiato prima di reinstallarlo. Questa operazione deve essere ripetuta tutte le volte che lo si ritiene necessario. Infatti, l’intasamento di un filtro dipende dall’ambiente che può essere più o meno polveroso.