Valvola termostatica: cos’è e come funziona

Dal 2017 c’è l’obbligo, per chi vive in condomini con riscaldamento centralizzato, di utilizzare le valvole termostatiche. Si tratta di particolari dispositivi che permettono di risparmiare sulla bolletta e, soprattutto, di ridurre le emissioni di anidride carbonica per un migliore impatto ambientale. Con l’aiuto dei professionisti di Idraulico Torino siamo riusciti a scrivere un post sull’argomento dove è spiegato cos’è una valvola termostatica e come funziona.

Cos’è una valvola termostatica

Una valvola termostatica è un particolare dispositivo che si deve aggiungere, per legge, all’impianto di riscaldamento quando questo è centralizzato. La sua applicazione e, quindi, l’utilizzo, permettono di migliorare il rendimento dell’impianto, abbattendo i consumi e garantendo un doppio risultato; da un lato, infatti, potrai ridurre il costo della bolletta e dall’altro contribuirai all’abbassamento della produzione di gas inquinanti come l’anidride carbonica.

Lo scopo principale di una valvola termostatica è quello di impostare la corretta temperatura che si desidera avere in ogni luogo dell’abitazione: questi dispositivi, infatti, permettono di regolare la temperatura di ciascuna stanza. In tal modo, potrai scegliere di riscaldare di meno quelle camere che sono poco utilizzate. Va tuttavia sottolineato che la funzione principale della valvola termostatica è soprattutto quella di regolare le temperature tra i diversi appartamenti di un condominio. Come già accennato, infatti, questo apparecchio è obbligatorio se vivi in un condominio con riscaldamento centralizzato: tramite la valvola termostatica potrai regolare la temperatura che preferisci per la tua casa. Se ad esempio sei fuori casa per lavoro e torni la sera, potrai regolare la valvola al minimo, in modo da trovare la casa comunque riscaldata ma senza sprechi energetici.

I modelli migliori di valvole dispongono inoltre di timer che permettono di impostare l’accensione e lo spegnimento del riscaldamento, nonché le temperature, a seconda degli orari e delle giornate. Ancora una volta, si tratta di un modo altamente conveniente non solo per risparmiare sulla bolletta ma anche per evitare sprechi energetici.

Come funziona una valvola termostatica

Il funzionamento di una valvola termostatica può variare a seconda del tipo di valvola stessa: in commercio, infatti, ne esistono diversi modelli per cui, se non sei esperto del settore, potresti richiedere informazioni dettagliate al negoziante presso cui fai l’acquisto o al tecnico che dovrà procedere all’installazione.

Devi comunque ricordare che esistono tre differenti criteri per la scelta della valvola, che viene pertanto valutata in base alla testina termostatica, alla pressione differenziale massima e al valore di KV. Si tratta di tre parametri che permettono di definire le differenti caratteristiche di ogni dispositivo e, quindi, valutare quale sia il più idoneo alle tue esigenze.

La testina termostatica può essere infatti realizzata con differenti tecnologie che prevedono un contenitore riempito da un particolare gas, una cera o un liquido. Si tratta comunque di materiali che si espandono al calore incrementando o diminuendo il loro volume e, in tal modo, regolando l’apertura e la chiusura della valvola in base alla temperatura raggiunta. La scelta di una testina o di un’altra deve essere valutata a seconda della pressione differenziale massima che si genera nel sistema di riscaldamento e, quindi, a seconda del tipo di impianto.

Ma cosa si intende per pressione differenziale massima? Si tratta della differenza che si registra tra i valori più elevati e più bassi di pressione che la valvola può gestire. Per questo motivo, non devi scegliere una valvola senza esserti prima informato sui valori di pressione che caratterizzano l’impianto di riscaldamento del tuo condominio.

Infine, il valore KV è un numero che indica la portata di acqua che può passare attraverso la valvola. Si tratta quindi di un valore che permette di comprendere il valore massimo di acqua che può entrare nella valvola: anche in questo caso è necessario che tu sappia quale sia la portata dei tubi dell’impianto di riscaldamento per poter scegliere la valvola più adatta.

A questo punto risulta chiaro che una valvola termostatica è obbligatoria per legge per tutti quegli appartamenti che hanno un riscaldamento centralizzato mentre, per chi dispone di riscaldamento autonomo rappresenta una scelta opzionale. Questo dispositivo, che permette di regolare le temperature dei singoli termosifoni, è fondamentale per garantire un’ottimizzazione dei consumi e ridurre i costi delle bollette e le emissioni di anidride carbonica.