Mascherine Protettive, Elementi Unici Per La Protezione

La mascherina protettiva è anche detta chirurgica. Parliamo di mascherine protettive che hanno uno scopo di proteggere da un punto di vista medico ma anche in generale, per tenere lontano eventuali problemi relativi ad esempio alla presenza di inquinamento oppure di agenti patogeni di vario genere. Sempre più spesso, le mascherine protettive non si indossano solo in ambito medico, ma talvolta anche nelle grandi città per tenere lontane eventualmente i fattori legati all’inquinamento ambientale. Molto spesso, vengono abbinate al mondo degli operatori sanitari. Però in realtà, è possibile anche parlare di mascherine protettive in una situazione completamente diversa legata soltanto a rischio di natura ambientale.

Mascherine Protettive, Come Si Usano

Molti si chiedono le mascherine protettive come si usano. Un’altra cosa importante è scegliere un prodotto di alta qualità. Vi sono diverse caratteristiche da tenere in considerazione quando parliamo delle mascherine protettive classiche ci riferiamo a quelle chirurgiche. Sono realizzate in genere con tre strati o in carta o in tessuto non tessuto. In tutti i casi, è importante che siano strette dietro la testa e non lasciano passare eventuali agenti patogeni da altre parti altrimenti sarebbe inutile. Esistono quelle che si attaccano dietro le orecchie oppure quelle invece che si legano con un filo in tessuto non tessuto dietro la testa. Inoltre, vi sono anche quelle invece come una cinta elastica che permettono di tenere stretti questi dispositivi per la protezione individuale.

Come Indossare Correttamente Le Mascherine Protettive

Indossare le mascherine protettive richiede anche tanta attenzione al modo in cui si mettono. Infatti, bisogna sempre prenderle dalla parte del manico o meglio del laccio perché altrimenti si tocca la parte interna che quella che può entrare a contatto con le vie respiratorie. In questo modo sarebbe praticamente inutile l’utilizzo di questo dispositivo di sicurezza. Invece, la parte interna non deve essere assolutamente contaminata dall’esterno in modo da garantire un isolamento perfetto. In più bisogna fare in modo che non sia toccato o eventuale altri patogeni all’interno così da non correre alcun tipo di rischio. In generale però, è bene verificare che le mascherine protettive di tipo chirurgico riescono a garantire una protezione degli agenti patogeni ma niente a confronto invece da quelle quelle che hanno un filtro specifico. In questo caso le mascherine filtranti. Esistono in formato FF che vanno dal P1 a P3 a seconda della potenza e della Protezione garantita. Solo quelle Ffp3 riescono a garantire una protezione talvolta pari al 99%.

Quando Usare Le Mascherine Protettive

Le mascherine protettive vanno utilizzate soprattutto in ambiti medici. L’Organizzazione Mondiale della Sanità non ha dato delle specifiche precisazioni in merito. Quello che è certo è che in particolari contesti lavorativi sono obbligatorie. Questo vale ad esempio, nel settore della produzione metalmeccanica oppure in quella invece degli operatori sanitari o del settore alimentare. Però, bisogna capire a quale mascherina ci si riferisce. In generale, ultimamente è diventata una tendenza alquanto diffusa, quella di utilizzare queste mascherine anche nelle grandi città. Alcuni paesi come quelli del sud-est asiatico, puntano a questo dispositivo della sicurezza personale per tenere lontani eventuali agenti patogeni che trovano nell’atmosfera a causa dell’inquinamento. Non sempre però queste mascherine, soprattutto quello di una produzione non ottimale, riescono a svolgere il loro compito di tenere al sicuro da eventuali contaminazioni. In caso di pandemia, può essere utile invece seguire le indicazioni sull’utilizzo delle mascherine fornite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Quando si acquistano bisogna sempre fare attenzione a quelle che sono le indicazioni per l’utilizzo che bisognerà farne.