La storia di un’isola magica

Quest’anno non lasciarti scappare l’occasione di visitare la magica isola di Ponza. L’arcipelago delle Pontine si trova in provincia di Latina ed è molto amato dai turisti per il fascino selvaggio che ha conservato nel corso del tempo. Ponza è l’isola principale dell’arcipelago, nonostante le sue piccole dimensioni, offre tanto dal punto di vista turistico e di intrattenimento. Ma è anche l’isola giusta dove poter trascorrere del tempo in tranquillità e godere di un mare cristallino.

La storia dell’isola di Ponza risale al periodo del Neolitico. Si trovano molti reperti archeologici in tutta l’isola perché è stata abitata da diverse popolazioni tra cui i Fenici, i Greci ed i Romani. Cominciò così a diventare una meta ambita dalla nobiltà romana, infatti sono molte le testimonianze presenti sul territorio che puoi visitare.

Tra queste fanno parte le ville romane, come quella che si trova sul promontorio di Punta della Madonna, un’altra a Santa Maria o anche a Sant’Antonio. Anche se le parti visibili delle ville imperiali romane sono poche, fanno però ben comprendere la storia che le accompagna. Sempre nella località di Punta della Madonna puoi vedere i resti di un acquedotto e delle cisterne che all’epoca servivano per contenere acqua e trasportarla all’interno delle ville. Nelle vicinanze c’è il cimitero cittadino che vale la pena di essere visitato per il panorama che si affaccia sull’intera isola.

Inoltre, tra i resti archeologici visitabili, ci sono le Necropoli di Guarini e di Bagno Vecchio e un tunnel costruito con pietre di tufo che collega il porto a Chiaia di Luna. Infine, le grotte di Pilato, scavate nel tufo dai romani, sono tutt’ora accessibili.

Cosa vedere e fare a Ponza

L’isola di Ponza è rinomata per le bellezze naturali e paesaggistiche uniche al mondo. La lunga costa frastagliata dà vita a baie, insenature, grotte, spiagge e calette. La spiaggia più conosciuta e ricercata dai turisti è Chiaia di Luna, una riserva tutelata. È di piccole dimensioni ma sono centinaia i turisti che ogni giorno la raggiungono. Per arrivare a Chiaia di Luna ci sono solo due modi, o attraverso l’utilizzo di una barca o percorrendo un tunnel di 160 metri scavato dagli antichi romani.

Dal secondo centro abitato dell’isola, Le Forne, si riesce a vedere il noto Scoglio della Tartaruga, chiamato così perché la forma e il colore ricordano proprio una tartaruga. Da Le Forne, passeggiando lungo un sentiero si arriva alle piscine naturali. Sono tre piscine circondate dalla roccia in cui è possibile fare il bagno.

Una delle spiagge più belle dell’isola è Bagno Vecchio o chiamata anche La Parata. Su questa spiaggia si affaccia una necropoli romana da poter visitare magari dopo la giornata di mare.

La visita all’isola non può non includere i Faraglioni della Madonna e di Lucia Rosa, dove è stato trovato un relitto nei fondali e in cui puoi immergerti ed effettuare splendide immersioni subacquee. Oltre a quelle citate, l’isola di Ponza è davvero ricca di spiagge tutte da scoprire.

La vita notturna a Ponza è ricca di cose da fare. È possibile divertirsi nei numerosi locali aperti fino a tarda notte dove poter stare in compagnia degli amici, magari bevendo qualche drink particolare della zona. Oppure trascorrere la serata sulle spiagge che di sera diventano piccole discoteche.

Infine non può mancare nella scoperta dell’isola la tradizione culinaria pontina. Uno dei ristoranti in grado di coniugare tradizione e innovazione è il Blue Moon Ponza, che si trova nel porto dell’isola. Oltre ai piatti cucinati con passione e che si basano sui sapori mediterranei, al Blue Moon Ponza sei sicuro di trovarti in posto accogliente e curato nei minimi particolari.