Consulenza Adr: la regolamentazione del trasporto merci pericolose in Italia

La regolamentazione in Italia del trasporto di merci pericolose coinvolge diversi tipi di trasporto e la materia che ne disciplina la corretta applicazione prende il nome di Consulenza Adr la sua importanza e cosa serve esattemente in ambito trasporto merci?

Il consulente Adr ha i seguenti compiti da svolgere per l’azienda in carico:

  • direzionare l’impresa in tutte le operazioni relative al trasporto di merci pericolose.
  • determinare i protocolli da seguire perché il trasporto di merci pericolose avvenga in conformità alla normativa.
  • Verificare che vengano osservati i protocolli.
  • Verificare che vengano rispettate le condizioni di sicurezza.
  • Prevenire eventuali omissioni a quanto stabilito dalla normativa.
  • Redigere annualmente una relazione sulle attività riguardanti il trasporto di merci pericolose svolte dall’azienda.

Ecco tutte le normative che si occupano di questa tanto articolata materia, che necessita di competenze specifiche:

– D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, nuovo Codice della Strada;

– DPR 1° dicembre 1992 n. 495, regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo Codice della Strada;

– DM 4 settembre 1996, con cui è stata recepita la direttiva n. 94/55/CE e che ha reso obbligatorio dal 1° gennaio 1997 il rispetto delle prescrizioni dell’ADR anche per i trasporti effettuati all’interno del territorio nazionale;

– DM 15 maggio 1997, con il quale sono stati recepiti nel nostro ordinamento gli emendamenti all’accordo ADR, di cui alla direttiva n. 96/86/CE (che ha adeguato al progresso tecnico la direttiva n. 94/55/CE), a far data dal 1° gennaio 1997, ma con validità dal 1° luglio 1997;

– successivi decreti, ogni due anni, con i quali sono state recepite le varie direttive comunitarie di adeguamento del progresso tecnico dell’ADR – l’ultima direttiva in tal senso è la n. 2012/45/UE del 3 dicembre 2012, relativa all’ADR 2013 che deve essere operativamente applicato dal 1° luglio 2013 (ancora da recepirsi a livello interno).

In Europa, il trasporto delle merci pericolose su strada è regolato, come si è visto più sopra, dall’accordo ADR, adottato a Ginevra il 30 settembre 1957.

Negli ultimi decenni la sicurezza nei trasporti e in generale la sicurezza sul lavoro, ha preso decisamente più considerazione, anche in virtù del fatto che molti degli ultimi incidenti sia in ambito dei trasporti, sia in ambito della sicurezza potevano essere caldamente evitati.

La mancanza di fiducia delle persone nella formazione interna aziendale nei luoghi di lavoro, spesso i dispositivi cosidetti DPI vengono tralasciati e l’uso evitato perchè “non comodi”, questo problema culturale andrebbe risolto per far spazio alla competenza che gioca un ruolo fondamentale, come nei trasporti di merci pericolose richiedente il superamento di un esame specifico, quella del consulente adr è una figura altamente specializzata, che ha svariati ruoli perchè deve interfacciarsi con tutte le figure che intervengono nell’iter del trasporto ed assicurarsi che abbiano compreso ciò che è necessario fare per la messa in sicurezza e per documentare in maniera esaustiva tutto il processo che ormai richiede una regolamentazione ben specifica.