Sicurezza-lavoro: cosa rischiano le aziende che riaprono nella fase 2

L’avv. Francesco Stolfa, direttore scientifico del Centro Studi dell’ANCL di Bari “Vincenzo e Francesco Leggiadro”, docente di Igiene e Sicurezza del Lavoro nel Master in Diritto del Lavoro e Relazioni Sindacali dell’Università di Bari “A. Moro”, analizza i rischi che corrono le aziende alla riapertura durante la Fase 2, in materia di sicurezza lavoro.

Analizza i poteri che hanno gli ispettori e le sanzioni che possono applicare. In caso di contagio chiarisce i casi in cui può essere ravvisata una responsabilità penale o civile del datore di lavoro, evidenziando che i presupposti di tale responsabilità sono ben diversi da quelli della tutela assicurativa INAIL cha ha equiparato il contagio a infortunio sul lavoro.

 

In allegato il testo del contributo a firma dell’Avv. Stolfa.