“Saat Baar. Una vita, sette morti”, il nuovo romanzo di Loris Palmieri

Il Taccuino Ufficio Stampa

Presenta

 

Saat Baar. Una vita, sette morti di Loris Palmieri

Lo scrittore vimercatese Loris Palmieri presenta “Saat Baar. Una vita, sette morti”, un romanzo psicologico basato sull’alchimia trasformativa e sulla crescita personale; una storia avvincente e piena di colpi di scena che tra prosa e poesia commuove e ispira il lettore a modificare il punto di vista sulla propria esistenza. Un viaggio doloroso ma necessario attraverso la consapevolezza e il cambiamento, una genuina riflessione filosofica sul senso della vita.

Titolo: Saat Baar. Una vita, sette morti

Autore: Loris Palmieri

Genere: Romanzo psicologico/esoterico

Casa Editrice: Self-publishing

Pagine: 208

Prezzo: 14,98 €

Codice ISBN: 979-12-200-58-179

 

«Ormai suppongo sia così con il Saat Baar, rivivere la fine di poche oscure locomotive: come vagone son ora io a farmi trasportare. Capisco che devo godermi tutto ed entrare fin quanto posso dentro l’anima di questa gente […]».

 

Saat Baar. Una vita, sette morti di Loris Palmieri non è solo un libro, ma un progetto artistico e letterario autofinanziato che punta a far riflettere il lettore sulla propria condotta di vita per poter ritrovare il contatto con il vero sé. È interessante in particolare il coinvolgimento attivo di chi legge, chiamato dall’autore a trovare trentacinque parole nascoste nel testo che alla fine comporranno la morale del romanzo. Un profondo pensiero filosofico accompagna infatti il lettore attraverso una storia che è metafora del viaggio dell’esistenza, in cui si nasce e si muore più volte; un ciclo di morte e rinascita rappresentato dal Saat Baar, pratica esoterica simile all’ipnosi regressiva, ma che in realtà è semplicemente il percorso di ogni essere vivente che nel dolore sperimenta la morte per poi rialzarsi e tornare a vivere più consapevole. L’autore parla del dolore come di una possibilità di crescita ed evoluzione: è tramite esso che si comprende di più di noi stessi, è tramite la sofferenza, anche quella più acuta, che si acquista consapevolezza del proprio vivere e di ciò che è davvero importante. Il romanzo è raccontato in prima persona ed è ambientato nella Torino del 1985; il protagonista è Carlo Perzieri, un uomo introverso e in conflitto con sé stesso, che non riesce a gestire la relazione con la moglie Cinzia a causa della sua incapacità di esprimere amore. E solo quando la perde in un tragico incidente, Carlo comincia a rendersi conto di aver fallito, di non aver vissuto intensamente: “sono stanco di tutto ciò che mi circonda: disilluso, freddo e cinico; odio il tempo ed il lento scorrere dell’orologio che intrappola la mia vita”. L’incontro con il santone Shamut Muun stravolge la sua esistenza e lo instrada su un percorso assurdo quanto provvidenziale: attraverso la segreta pratica di ipnosi profonda del Saat Baar egli entra in un coma apparente mentre la sua anima si incarna in sei corpi per vivere il loro ultimo giorno di vita terrena. Accettando di provare il dolore di ogni morte, egli potrà rinascere a nuova vita. Il romanzo è il racconto delle sue peregrinazioni di anima in anima, nel passato e nel futuro, all’interno di corpi sconosciuti fino a quello tanto amato della moglie defunta. Dopo ogni incarnazione che Carlo vive, a volte come spettatore, a volte come totale protagonista, egli riesce a riflettere sul senso della sua vita. Fino all’epilogo, straziante ma luminoso, che mescola le carte in tavola e lancia un forte messaggio di speranza e di cambiamento.

 

 

TRAMA. Carlo, dopo un grande dolore, cade preda di una forte depressione ed inizia a condurre in modo malsano la sua vita. Sarà l’incontro fortunato con il santone Shamut a dargli la forza per iniziare un nuovo cammino che lo porterà a sperimentare il dolore attraverso una misteriosa pratica esoterica di origine indiana: il “Saat Baar”. Durante il suo percorso egli vivrà l’ultimo giorno di vita di alcuni personaggi con cui riconoscerà di avere delle enormi affinità; il dolore lo aiuterà a crescere e a migliorarsi. Un romanzo psicologico con contenuti esoterici, incentrato sul difficile rapporto di Carlo con sé stesso e del grande, ma complicato amore per la moglie Cinzia. L’amore visto dagli occhi di un uomo incapace di esprimere le proprie emozioni e con grandi conflitti interiori, ma fortemente motivato a cambiare.

 

 

L’AUTORE È DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

Per richiedere e/o prenotare intervista

iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

BIOGRAFIA. Loris Palmieri nasce a Vimercate (MB) nel 1984, vive a Rieti ma lavora a Roma. Scrittore e musicista, dopo aver frequentato un corso come produttore e tecnico del suono crea e produce due dischi pop/rock, uno in lingua inglese nel 2012 e uno in italiano nel 2013, pubblicati sotto l’etichetta Lunarock Records. Ha lavorato inoltre come redattore curando la pagina di informazione musicale e scouting presso un giornale locale e ha creato un sito internet dedicato ad artisti emergenti (recensionimusicali.com). “Saat Baar. Una vita, sette morti” (Self-publishing, 2020) è il suo romanzo d’esordio.

 

 

Contatti

www.saatbaar.it

https://www.instagram.com/loris_palmieri22/

https://www.instagram.com/saatbaar/

https://www.facebook.com/saatbaar/

https://www.youtube.com/channel/UC3n1JCioSSK3t4t5KFeaZ4g

 

Booktrailer del libro Saat Baar. Una vita, sette morti

https://www.youtube.com/watch?v=zsr9preFqew

https://www.youtube.com/watch?v=YM9GrSd5KTQ

 

Link di vendita

https://www.amazon.it/Saat-Baar-vita-sette-morti/dp/B082BY42N5/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=saat+baar&qid=1584552911&sr=8-1

 

 

 

 

 

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 – 401387 Bologna – Phone: +393396038451

Sito: iltaccuinoufficiostampablog.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Mail: iltaccuinoufficiostampa@gmail.com