Il colore dei serramenti è importante: come scegliere quello giusto

Qual è il colore migliore per i serramenti? Per chi ha dubbi in merito o non sa proprio cosa e come decidere, la soluzione più semplice è quella di puntare sul grigio, una scelta che non passa mai di moda. Questa tonalità, declinata in molteplici sfumature, è presente pressoché dappertutto: che si ami il grigio tenue o che si preferisca una variante molto più scura con effetto micaceo, ci sono opzioni per tutte le esigenze e per tutti i gusti. Il grigio è consigliato soprattutto per le abitazioni in stile moderno, mentre potrebbe non essere adatto per gli arredamenti più rustici.

L’effetto corten

Una delle tendenze che meritano di essere prese in considerazione è quella relativa ai serramenti effetto corten: si tratta, in pratica, dell’effetto ferro arrugginito, molto apprezzato da tutti i modaioli. Tuttavia, al di là del suo impatto estetico piacevole, occorre prendere in considerazione alcune precauzioni che dovrebbero essere adottate. Infatti, nel caso in cui il serramento sia realizzato in corten vero, c’è una conseguenza da valutare, che è quella della ruggine. Nel caso in cui la cera non si sia ancora fissata del tutto e la consistenza della superficie non si sia ancora stabilizzata a dovere, c’è il rischio di sporcarsi gli indumenti passando accanto.

Corten vero o finto?

Per evitare questo inconveniente, ad ogni modo, è sufficiente rinunciare al vero corten e optare per un surrogato che garantisce la stessa resa a livello visivo: basta verniciare con effetto corten i profili in alluminio. E a proposito di alluminio, vale la pena di sapere che negli ultimi mesi proprio l’effetto alluminio è tornato a fare capolino tra le tendenze in atto per i colori degli infissi. Le finiture in alluminio spazzolato sono sinonimo di sobrietà e di eleganza, e hanno il pregio di riuscire ad adattarsi ai contesti più diversi.

L’effetto titanio

Un’altra soluzione molto trendy è quella dell’effetto titanio: una proposta ricercata che può risolvere i dubbi di chi non sa proprio come scegliere la tonalità degli infissi. A proposito: se ci si trova in crisi da questo punto di vista, un accorgimento utile è quello di fare mente locale e provare a immaginare i serramenti nel contesto della propria casa. Al pari del titanio, anche l’effetto acciaio si fa apprezzare per le sue qualità: in pratica si ha la possibilità di contare su un profilato che ha l’aspetto del vero acciaio inox ma che ne evita gli inconvenienti, a cominciare dalle classiche ditate.

I serramenti neri

Non bisogna aver paura di osare con degli infissi di colore nero opaco, che a ben vedere rappresentano una novità di rilievo degli ultimi mesi. Specialmente nel caso in cui venga proposto con una finitura ossidata, il nero opaco si presta a essere inserito nei contesti moderni, visto il suo aspetto particolare: si pensi, per esempio, a un loft in stile industrial. Raffinato ma non eccessivo né troppo sfarzoso, garantisce un tocco di classe. In alternativa, si può propendere per l’effetto grigio micaceo, magari se si vuole un ritorno al passato e si è in cerca di una soluzione retrò.

I serramenti di colore bianco

Se non ci si vuol preoccupare di scegliere tra arredamento contemporaneo e stili vintage, c’è una soluzione evergreen che non passa mai di moda: ovviamente, si tratta degli infissi di colore bianco, che hanno il pregio di rendere più luminosi gli ambienti in cui vengono inseriti. Il bianco laccato non passa mai di moda e accontenta i gusti e le aspettative di tutti, inclusi i più indecisi.