Come pulire i propri auricolari e perché è importante farlo

Alcuni fattori che hanno contribuito a rendere gli auricolari un accessorio indispensabile per molti utenti di telefonia sono l’audio di qualità, la portabilità e il buon isolamento acustico. Ci sono infatti molti siti di recensioni online come www.cuffieeauricolari.it che possono aiutare gli utenti a scegliere il migliore tra i numerosissimi modelli di auricolari e cuffie esistenti in commercio.

Se si usano gli auricolari ogni giorno ma si puliscono raramente, però, potrebbero iniziare a sembrare ovattati o avere un volume irregolare.

Proprio come qualsiasi apparecchio, è importante mantenere gli auricolari puliti perché accumulano cerume, particelle e polvere. Questo può persino danneggiare le tue orecchie a lungo termine poiché virus e batteri crescono su auricolari sporchi. Ci sono ricerche che suggeriscono che gli auricolari sono una delle principali cause di infezione nel condotto uditivo.

Le orecchie producono cerume che ha lo scopo di proteggerle da particelle e germi. Nel tempo, l’olio e la cera si accumulano sugli auricolari o sulle cuffie. Questo può ridurre la qualità del suono e in casi peggiori, causa la diffusione di batteri, causa d’infezioni, soprattutto se vengono condivisi con altri. Quindi, come si puliscono efficacemente gli auricolari e perché è importante farlo?

Metodo 1: utilizzo di perossido d’idrogeno o alcool

Suggerimento: Funziona ma attenzione a non utilizzare troppo liquido che potrebbe penetrare all’interno delle cuffie.

Le varie parti possono essere pulite separatamente ed è consigliabile iniziare con l’ugello, l’auricolare e le maniche. Queste, essendo sempre a contatto con la cera prodotta dalle orecchie, attirano lo sporco più velocemente, causando l’accumulo di ulteriore cera. Avrai bisogno di un piccolo pezzo di stoffa, acqua ossigenata o antisettico, alcool e uno spazzolino da denti. Il marchio Bose suggerisce di utilizzare queste soluzioni con una concentrazione massima del 3%.

Innanzitutto, rimuovere eventuali coperture degli auricolari, quindi utilizzare lo spazzolino per spazzolarne via la cera. Meglio farlo verso il basso, in modo che la cera non ricada negli alloggiamenti degli auricolari, causando ulteriori danni al diaframma.

Bagna un panno con acqua ossigenata e rimuovi tutta la cera rimanente, quindi puliscilo di nuovo a secco con antisettico. Le maniche possono essere lavate con sapone neutro o utilizzando antisettico e quindi asciugate con un asciugacapelli.

Al termine della pulizia di tutte le parti degli auricolari, è possibile utilizzare salviette imbevute di alcol per disinfettarli ulteriormente. L’alcol aiuterà a uccidere i germi e a lasciare una superficie pulita poiché si asciuga molto velocemente e non attira le particelle. Ricorda di non immergere mai gli auricolari in acqua e di staccarli sempre dall’iPod o dal dispositivo durante la pulizia.

Metodo 2: utilizzare i tamponi di colla

Grazie alla sua particolare struttura gommosa e alla raccolta di sporco, lanugine e briciole, lo stucco adesivo “Blue-Tackè un’altra buona opzione per pulire gli auricolari. Cerume, sporco e lanugine si attaccano allo strato esterno, basta applicare una piccola pressione per far aderire la sostanza appiccicosa bianca alle superfici più difficili come maglie, fessure, ecc. e quando la si rimuove si può notare tutto lo sporco raccolto.

Perché bisogna pulire gli auricolari

È molto importante pulire periodicamente gli auricolari poiché l’accumulo di polvere e cera sugli ugelli alla fine ridurrà la qualità del suono o potresti sentire un volume più basso del solito. La pulizia aiuterà anche a evitare infezioni rare e a mantenersi in salute. Proprio come si puliscono le proprie orecchie, bisogna anche pulire gli auricolari per mantenere una sana igiene personale.