Isola del Giglio: spiagge da sogno, ma non solo!

Questa piccola e fantastica isola è da sempre meta di tanti turisti, in arrivo da ogni parte del mondo. L’Isola del Giglio è conosciuta principalmente per le sue bellissime spiagge, che ne fanno il punto di forza, ma non solo: offre anche paesaggi mozzafiato poco distanti l’uno dall’altro e ha inoltre infinite bellezze da scoprire, come borghi e sentieri.

Se stai cercando di concederti una breve vacanza all’Isola del Giglio è ti consigliamo di pernottare per alcuni giorni, in modo da riuscire a visitarla e goderti, giustamente, anche il mare dove fare bellissime nuotate. Dopo essere arrivato in traghetto, prenotando facilmente il tuo biglietto dal sito https://traghettiisoladelgiglio.it/ avrai così modo di percorrere l’Isola attraverso i suoi borghi arroccati e i sentieri sommersi nella natura.

I BORGHI

Da visitare sull’Isola sono sicuramente i borghi. Tre sono quelli presenti: Giglio Campese, Giglio Castello e Giglio Porto.

  • Giglio Campese è sicuramente il più “comodo” da scoprire perché tutto si troverà a due passi da te, compresa la spiaggia. E’ Situato in una zona residenziale, garantendo il giusto relax per la propria vacanza.
  • Giglio Castello è caratterizzato dalla sua splendida rocca Aldobrandesca, le mura di queste torri sono ancora in ottimo stato, sarà piacevole passeggiare e perdersi tra i sentieri di ciottoli, tra qualche scorcio da ammirare.
    Per il pranzo, o per la cena, è presente una trattoria tradizionale che saprà soddisfare i palati di ogni turista.
  • Giglio Porto è un luogo romantico, ideale se si ha voglia di una cena a basa di pesce e per concludere una passeggiata sul lungo mare, incorniciata da negozi di artigianato del posto e souvenir.

I SENTIERI

Non si può andar via dall’Isola del Giglio senza visitare il suo entroterra, dove si possono ammirare le antiche mulattiere, sommerse nella natura, ideale per chi ama le passeggiate e il trekking, diversi sono i percorsi che si possono scegliere.

Se si parte da Giglio Campese, in circa un’ora si arriva al Faraglione. Se si sceglie invece di partire da Giglio Castello si arriva alla Punta di Capel Rosso, ma questo è un percorso consigliato a chi è più allenato, visto che si tratta di 6 km da percorrere in circa 2 ore.

Tra le opzioni, quello che parte dal Campese e porta alla Cala dell’Allume è il più breve e dura circa 30 minuti. Vista la ripidità di alcuni punti lungo il percorso è consigliabile l’utilizzo di scarpe da trekking.

Infine si può partire anche da Giglio Porto per arrivare alla Cala delle Caldane; un percorso che tra andata e ritorno dura circa 45 minuti ed è tra tutti il più semplice da percorrere, perfetto soprattutto per le famiglie.

I FARI

Nell’Isola del Giglio sono presenti tre fari: il Faro di Capel Rosso che è situato a sud dell’Isola, il Faro del Fenaio e il Faro delle Vaccarecce. Tempo fa, i fari erano abitati dai guardiani ma oggi, con l’evolversi della tecnologia, la loro presenza non è più necessaria. Il Faro di Capel Rosso, grazie a una concessione dello stato, è in fase di ristrutturazione che permetterà di ammirarlo e goderlo ancor di più in tutto il suo splendore.

Tutti e tre i fari sono raggiungibili in auto, ma solo fino ad un certo punto: l’ultimo tratto è infatti percorribile solamente a piedi.