Logistica, logistica integrata, industria 4.0

I recenti cambiamenti introdotti da Industria 4.0 e dai processi di digitalizzazione, coinvolgono ogni settore dell’economia con importanti ricadute anche per la logistica e soprattutto per la logistica integrata

Le scelte adottate fino ad oggi per il trasporto e lo stoccaggio dei materiali, stanno subendo importanti processi di mutazione e le imprese puntano verso strumenti alternativi che offrano soluzioni flessibili e accessibili. Questa fase di cambiamento sta portando numerose possibilità e opportunità di sviluppo per tutti coloro che si occupano di logistica, senza ovviamente trascurare quella ineliminabile componente di rischio, oggi temuta soprattutto da quelle realtà di maggiori dimensioni e che hanno alle spalle storie aziendali importanti.

Questo perché attualmente le start up entrano nei mercati di riferimento, utilizzando modelli IT evoluti dedicandosi poi allo sviluppo di soluzioni nuove sia in ambito produttivo che in termini di new business. Anche se spesso si tratta di formule non ancora testate sul campo.
Da questo punto di vista non si può trovare nessun altro ambito industriale in cui si debbano gestire in maniera così ampia tutti i fattori legati ai processi di trasformazione.

Lo stesso sta accadendo, lentamente ma inesorabilmente, nelle attività connesse alla presentazione aziendale di soggetti che operano nella filiera legata alla logistica. Tutte infatti tendono a voler mostrare come e in che modo stiano recependo la trasformazione tecnologica in atto.

Quando si parla di strumenti e modelli nell’ industria logistica, gli elementi comuni sono i processi di digitalizzazione e, allo stesso tempo, il controllo e la gestione digitale degli scenari che in futuro la logistica si troverà a dover affrontare.
Blockchain, energie pulite, mezzi di trasporto autonomi e alternative low-cost con sensori per i magazzini, ma anche gestione e conoscenza dei Big Data, previsione dei rischi e nuovi modelli di business nell’ambito della logistica, rappresentano, probabilmente, gli aspetti di maggiore interesse in questa fase di così ampia innovazione.

Parallelamente cresce la richiesta di formazione di personale che sappia interagire con i nuovi strumenti; e si tratta di una formazione che impiega strumenti evoluti e collaborativi, quali video tutorial diffusi su piattaforme on line; le quali sempre più spesso erogano contenuti in live streaming

Argomenti come economia delle piattaforme, AI, new business, droni, veicoli a guida autonoma e approcci innovativi per la logistica del commercio, sono scenari operativi e strumenti che non risultano importanti solo per la logistica ma per l’intero comparto industriale.
Una dimostrazione di questa premessa è chiaramente riscontrabile nell’economia delle piattaforme. In questo campo, la gran parte delle imprese medio-piccole, vive con grande preoccupazione il fatto che le formule necessarie per gestire in modo adeguato le dinamiche di piattaforma siano fornite, al momento, da soggetti esterni. E proprio per questa ragione sono impegnate su questo fronte per arrivare alla creazione di soluzioni in-house.

Un discorso a parte riguarda l’introduzione dell’intelligenza artificiale nella logistica, che porta con sé un’enorme opportunità di crescita. Secondo il parere degli addetti ai lavori, l’ industria logistica è destinata a diventare il comparto industriale in cui i programmi di intelligenza artificiale troveranno un utilizzo così diffuso e profondo.
Si prevede un impatto paragonabile a quello che ha e avrà la robotica, riferendosi in tal senso sia ai robot di prima generazione sia ai cobot, ricomprendendo mezzi di trasporto autonomo che già adesso trovano un impiego molto diffuso.

Infine un aspetto non trascurabile riguarderà l’ integrità dei dati. Le caratteristiche intrinseche alla logistica, presuppongono una gestione dei dati trasversali: produttori, i soggetti che si occupano della logistica e infine gli acquirenti finali, sono tutti attori di una filiera che condivide informazioni. Chi fornisce i dati, a qualsiasi livello di questa filiera, dovrà avere la certezza che queste informazioni vengano usati solo per gli scopi che sono stati autorizzati.

Giuseppe Galliano Studio
C.so Cavallotti 24
28100 NOVARA ITALY
www.giuseppegalliano.it