A Lucca Comics ci sarà informazione su stupefacenti, alcol e abuso di farmaci

I morti per overdose sono solo la punta dell’iceberg del fenomeno: vite rovinate, famiglie distrutte, carriere compromesse, incidenti stradali, salute e intelligenza compromessa, disturbi psichiatrici. Ecco solo alcune delle conseguenze dell’uso di droga, alcol e dell’abuso farmaci, fenomeni di cui troppo poco spesso si parla.

Quale migliore occasione di Lucca Comics, dove i giovani la fanno da padrone, per informare i nostri ragazzi sui rischi che corrono facendo uso di certe sostanze? Lo scopo di “Un Mondo Libero dalla Droga” è quello di raggiungere i giovani con le informazioni corrette riguardo la droga, prima che gli spacciatori, gli amici o i media li convincano a farne uso.

I volontari di “Un Mondo Libero dalla Droga”, sostenuti dalla Chiesa di Scientology e che quest’anno provengono da tutta Italia, parteciperanno alla manifestazione con un gazebo sulla cinta muraria di Lucca, che si troverà nel tratto tra il Baluardo della Libertà e il Baluardo San Salvatore (nei pressi di Porta Elisa, la porta orientale di Lucca). Al gazebo i volontari esporranno e distribuiranno i materiali informativi denominati “La Verità sulla Droga”: opuscoli, video, cartelline per gli insegnanti. Sono disponibili diversi e specifici opuscoli che trattano caratteristiche, effetti e rischi di ogni tipo di droga. Questi sono i materiali che i volontari usano anche nelle scuole della Toscana quando vengono chiamati a tenere lezioni informative sulla droga agli studenti di elementari, medie e superiori.

La Chiesa di Scientology, fin dalla sua fondazione negli anni ’50 del secolo scorso, ha subito riconosciuto che la droga e l’alcol fossero una delle principali cause della spirale discendente che sta portando il pianeta alla degradazione. Il suo fondatore, L. Ron Hubbard, ha spesso condannato l’uso di droga nei suoi scritti, spiegando in dettaglio quali siano gli effetti invariabilmente negativi sul corpo e sulla mente degli individui.

“L’arma più efficace nella guerra contro la droga è l’educazione.” L. Ron Hubbard