Vivere la gelosia con equilibrio

La gelosia è un un sentimento universale che, se esasperato, può rappresentare un ostacolo per l’amore in ogni tipo di relazione. Consigli per tutti i segni su come viverla con equilibrio.

Che cos’è la gelosia?

È un sentimento presente da sempre nel cuore dell’uomo, pronto a scuoterlo in profondità attraverso un’unione di forte amore e paura intensa. Pare che sia così radicata dentro di noi a causa della nostra storia evolutiva. Come teorizzava Charles Darwin, l’esistenza di tutte le specie si basa sulla lotta per la sopravvivenza: istintivamente sentiamo che per continuare ad assicurarci il nostro posto nel mondo dobbiamo “vincere” contro chi è in competizione con noi. Per questo possiamo vedere la presenza degli altri come una sfida. La gelosia si presenta all’interno di una coppia ma parte dalla famiglia, dove possiamo essere gelosi di un genitore o di un fratello; si diffonde all’amicizia, si manifesta negli ambienti lavorativi sotto forma di invidia, ma pure quando utilizziamo i social network. Gelosia e invidia, se vissuti con equilibrio, sono sentimenti comuni e utili per farci capire quali sono davvero gli aspetti di vita e le persone a cui teniamo.

Come si manifesta

La gelosia e l’invidia arrivano ogni volta che proviamo un grande interesse per una persona o un obiettivo, ma nello stesso tempo abbiamo una grande paura di non riuscire a conquistarli o, se l’abbiamo fatto, di perderli. La persona colpita può provare un insieme di sentimenti come rabbia, impotenza, perdita di speranza, che derivano dalle sue forti paure. Si ingigantiscono i sospetti e si vede la realtà in modo alterato, arrivando per questo a fare mosse azzardate e a rovinare il legame. Purtroppo poi solo quando si ritrova la calma ci si pente di quello che si è fatto e che si è detto. Ci sono vari tipi di gelosia. Quella preventiva si verifica quando accusiamo il nostro partner di avere una relazione senza averne le prove. La reattiva avviene quando reagiamo male di fronte a un avvenimento che si è realmente verificato (come un tradimento), la retroattiva quando diventiamo ossessionati dal passato del partner.

Gelosia patologica

La gelosia diventa patologica quando reitera pensieri e comportamenti ossessivi, arrivando ad esempio a cercare prove che avvalorino le proprie teorie e cercando di controllare in tutti i modi il partner, seguendolo o monitorando tutto quello che fa. La persona colpita da gelosia soffre molto e inizia a desiderare di punire in qualche modo l’altro per le sue colpe vere o presunte. A questo punto si può dare vita a vere e proprie scenate o al contrario generare silenzi troppo forti nella coppia. Se la persona è costituzionalmente gelosa, per lei lasciarsi andare a questo sentimento può diventare un meccanismo consolidato, che si manifesta di più nei momenti di crisi e stress, facendo capire in modo evidente come il partner c’entri ben poco con quello che si prova. Quando si crea un clima di pesantezza e si fa sentire l’altro poco libero, i problemi crescono: nella coppia cala la fiducia e sale la tensione, perché una persona è sempre sospettosa e l’altra ha paura di scatenare la sua gelosia. Così passano in secondo piano gli aspetti più piacevoli e importanti del rapporto: dolcezza, voglia di giocare, complicità, condivisione di belle esperienze insieme. Il rischio più grande, oltre al vivere costantemente in un brutto clima emotivo, è quello di chiudersi e arrivare a non comunicare più.

Gelosia ed equilibrio

Si può guarire dalla gelosia, anche da quella patologica? Certo, perché al di là degli avvenimenti che riescono a scatenarla, è una condizione interiore su cui ognuno di noi ha il potere di intervenire. La si può equilibrare prima di tutto rafforzando l’autostima e lasciando andare la necessità di controllare il comportamento delle persone che incontriamo, permettendoci di conoscerle per quello che sono. Provare gelosia va bene, anzi è un segno di equilibrio e di fiducia in sé e nell’altro ammetterlo, e parlarne con tranquillità con le persone coinvolte. Se si ripresenta spesso causando sofferenza, è consigliabile fare un percorso personale di autoconoscenza. Più si è gelosi, più ci si dovrebbe distaccare dalla dinamica che si sta creando attraverso le azioni e la presenza dell’altro, per capire che cosa ci può rendere veramente felici, o che cosa ci impedisce di esserlo. La maggior parte delle volte bisogna affrontare l’enorme e condivisa paura di non essere amati ed apprezzati. Si crea nella primissima infanzia ed è collegata principalmente al rapporto con i propri genitori (o con le persone che si sono prese cura di noi) e a tutte le occasioni in cui, per circostanze avverse, abbiamo percepito una sorta di abbandono da parte loro. Occorre imparare ad amare e ad amarsi senza pretendere sempre dall’altro che ci rassicuri continuamente e ci dia, attraverso continue conferme, tutte le attenzioni di cui abbiamo bisogno. Da adulti siamo responsabili di noi stessi e delle nostre scelte e siamo in grado di darci amore, scegliendo come vivere tutte le situazioni della nostra vita. Anche l’invidia può fornirci spunti positivi, se ci fa capire che cosa vogliamo e ci spinge a migliorarci. Si può neutralizzare la sua parte più negativa decidendo di non abbattersi davanti a un successo altrui: dovrebbe anzi ispirarci, incoraggiarci e farci capire che anche noi abbiamo possibilità di conquistarlo, se è davvero quello che vogliamo. Il punto d’arrivo è amare e amarsi in ogni istante, sentirsi sicuri di sé e abbracciare la visione fiduciosa che la vita può dare a noi e a tutti la felicità desiderata.

Dare spazio alla gelosia

Non bisogna farsi trascinare dalla gelosia ma è bene anche non ignorarla. Occorre curarla, accettandola prima di tutto come un sentimento legittimo. Su questo concetto si basa il libro “La cura della gelosia” di Robert L. Leahy (ed. Erickson). L’autore vede qualità positive nella gelosia: per esempio può sottolineare il forte coinvolgimento che proviamo per il partner, dare un po’ di pepe alla relazione, far comprendere che cosa manca nel rapporto per aprire la strada a fiducia e dialogo. Leahy propone anche tante soluzioni per imparare a comunicare al partner nel modo più corretto i propri sentimenti.

 

Scopri se il tuo partner ti tradisce, affidati alle migliori cartomanti Italiane