Applique da muro: la luce del design

L’illuminazione in una stanza è fondamentale, soprattutto se questa viene vissuta durante le ore buie della giornata. L’illuminazione ideale sarebbe quella che richiama la luce naturale del sole, per questo motivo la tipologia di illuminazione preferita è quella di un singolo lampadario sul soffitto in posizione centrale. Nel caso in cui le dimensioni della stanza siano molto elevate oppure nel caso in cui un lato sia molto più lungo dell’altro come nei corridoi, la soluzione ideale però è quella di piccoli punti luce sulle pareti che riescano a distribuire l’illuminazione in modo uniforme. Questa tipologia di lampade è detta applique da muro e grazie alla varietà del loro design non saranno solo fonte di luce ma anche di stile.

Design delle applique da muro

Ogni casa ha il proprio stile e spesso all’interno della stessa sono presenti tanti stili quante sono le stanze. Per questo motivo essendo la lampada un accessorio essenziale negli ambienti interni deve accordarsi con l’arredamento che la circonda.

Per poter seguire questo principio i designer di lampade e i loro produttori hanno cercato di sviluppare diversi stili che potessero rispecchiare ogni gusto e accontentare tanto gli amanti delle lampade classiche quanto i sostenitori dello stile minimal moderno. Al voler seguire le varie tendenze si è anche affiancata la volontà di soddisfare le diverse esigenze. In quest’ottica sono state progettate lampade da parete che avessero un punto luce singolo oppure lampade dalle strutture più complesse che potessero supportare varie fonti luminose.

Anche i materiali dei supporti sono stati pensati in questa prospettiva e spaziano dalle semplici plafoniere in vetro ad elaborate strutture in metallo, che grazie alla fine lavorazione e al loro stile unico non rischiano mai di appesantire l’ambiente.

 

Come scegliere la giusta applique

 

Come accennato poco fa gli stili e le dimensioni delle applique sono molteplici, e allora come fare per scegliere il modello adatto a noi? A prescindere da quali siano i vostri gusti personali ci sono alcuni consigli che potrebbero essere utili nella scelta.

Partiamo dal numero di lampadine. Nel caso in cui steste cercando una lampadina da fissare al lato del letto per poter finire di leggere il libro che tanto vi entusiasma prima di dormire allora la scelta più saggia sarebbe quella di optare per una lampada con una singola lampadina, magari direzionata verso il basso per evitare di illuminare inutilmente tutta la stanza e per evitare che la troppa luce infastidisca gli occhi già stanchi dopo una giornata passata davanti al computer.

Nel caso in cui invece foste alla ricerca di una lampada, o di più lampade da poter fissare alla parete del soggiorno la scelta più consigliata sarebbe quella di una lampada che non racchiuda tutta la fonte luminosa al centro ma che abbia più punti luce sapientemente distribuiti su una struttura bidimensionale o ramificata in tre dimensioni, e che quindi riesca a coprire una porzione di stanza maggiore.

Inoltre per poter ulteriormente aumentare il grado di luminosità della stanza è possibile orientarsi verso applique a led, che se disposte in modo accorto potranno illuminare la vostra stanza a giorno.