Acciaio: nuovo impiego per imballaggi alimentari ecologici

L’acciaio è sempre stato uno dei metalli più utilizzati nel mondo (il suo largo utilizzo ne giustifica la produzione di oltre 1 miliardo di tonnellate in un anno) e al giorno d’oggi si allargano gli orizzonti dei suoi impieghi, arrivando a occupare un posto importante nella produzione di imballaggi alimentari.

 

Acciaio: composizione e usi

Si presenta come una lega metallica tra il ferro e il carbonio (le cui percentuali non devono eccedere del 2.14% per non diventare ghisa).

I suoi utilizzi spaziano fin dai tempi più antichi dalla produzione di piccoli e grandi elettrodomestici, all’edilizia, passando per il settore automobilistico e infine a quello dei trasporti, senza dimenticare la costruzione di tubature per gli impianti di gasdotti e metanodotti.

 

Nuovi utilizzi in campo alimentare

I tempi che cambiano portano però a una rivoluzione anche nel campo dell’acciaio. L’attenzione al rispetto per l’ambiente è oggi una variabile primaria nello sviluppo di innovazioni e nuovi campi di applicazione. Uno di questi è il campo degli imballaggi alimentari, una problematica particolarmente sentita, se pensiamo in particolare alle grandi quantità di prodotti che ogni giorno vengono commercializzati o messi sul mercato. Specifici sono poi i parametri che questi imballaggi devono saper rispettare per permettere una conservazione e un trasporto ottimali, tra questi, la resistenza agli urti e la protezione degli alimenti dagli agenti esterni.

 

I vantaggi dell’acciaio
Una recente ricerca ha incoronato l’acciaio come miglior materiale da utilizzare nella produzione di imballaggi alimentari, in una gara che lo ha visto sfidarsi contro la carta, i materiali polimerici e le leghe di alluminio.

Tra i parametri presi in considerazione dalla ricerca troviamo i consumi di energia, di risorse naturali e l’impatto generale sull’ambiente nel processo di produzione delle diverse tipologie di imballaggi. Tra i valori più incidenti, le emissioni di anidride carbonica e il consumo di acqua.

Tra gli acciai oggi in commercio la tipologia hardox è senza dubbio quella dotata di una maggiore resistenza all’abrasione presentando caratteristiche antiusura che ne fanno un ottimo prodotto a prestazioni elevate.

 

Tecnomeccanica Fidenza è un’azienda della provincia di Parma attiva dagli anni ’80 nella lavorazione di lamiere per conto terzi e specializzata nella lavorazione hardox.