Prodotti e metodi per il trattamento dell’aria compressa

Il trattamento dell’aria compressa è una necessità imprescindibile per alcuni processi produttivi. Come si ottiene?

Nei moderni impianti produttivi l’aria compressa è una componente essenziale, utilizzata in molti aspetti della produzione. Vediamo perché è necessario il trattamento dell’aria compressa prodotta da un compressore.

Perché è necessario trattare l’aria compressa?

Un qualsiasi compressore funziona come un’enorme aspirapolvere che assorbe le impurità contenute nell’atmosfera, le concentra nell’aria compressa e, in mancanza di trattamento, le rilascia alla linea di mandata. Tuttavia, l’aria atmosferica aspirata dal compressore contiene degli inquinanti: è una miscela di gas, vapore acqueo e contaminanti solidi che, in mancanza di un opportuno sistema di trattamento dell’aria compressa, contamina le linee dell’aria raggiungendo le apparecchiature.

A seconda del settore industriale e dell’applicazione cambiano i livelli di purezza richiesti per l’aria compressa, ma in generale dev’essere priva di contaminanti (polveri, acqua e olio) per mantenere inalterate le caratteristiche del prodotto finale e garantirne la sicurezza. La norma ISO 8573-1:2010 è il riferimento univoco, definito da norme tecniche internazionali, che serve a definire la classe di purezza dell’aria in base alla quantità di polveri/particelle solide, acqua e olio (stato liquido, aerosol, vapore).

Metodi e prodotti per la purificazione dell’aria compressa

Il trattamento dell’aria compressa si può suddividere principalmente in due macro-aree:

  • l’essiccazione elimina la condensa, che può causare avarie e interruzioni di produzione, ed evita così i conseguenti costi di ripristino;
  • la filtrazione elimina le impurità (come polveri, idrocarburi e acqua che vengono compressi e convogliati nella linea insieme alle eventuali particelle d’olio, in caso di utilizzo di compressori lubrificati) che potrebbero generare emulsioni abrasive e corrosive.
    Non solo: le impurità possono danneggiare le linee di distribuzione aumentando il rischio di perdite, ridurre l’efficienza e la durata dei dispositivi pneumatici, deteriorare il prodotto finale e minare l’affidabilità del processo di produzione e dei suoi componenti. In qualsiasi rete di distribuzione dell’aria è quindi necessario installare il corretto sistema di filtrazione.

Nel processo di compressione dell’aria, il compressore di per sé è in grado di filtrare solo le particelle più grandi. Risulta quindi evidente l’importanza di tutti gli altri “accessori” per il trattamento dell’aria, in modo tale che anche le particelle di sostanze nocive rimaste all’interno del processo vengano filtrate.

Prodotti per il trattamento dell’aria

I prodotti essenziali per il trattamento dell’aria possono riguardare il trattamento della condensa e possono essere separatori d’acqua e scaricatori di condensa utilizzabili nei settori alimentare, vinicolo, chimico, farmaceutico, meccanico e della verniciatura.

Ci sono poi i filtri, presenti sul mercato in diverse tipologie:

  • I filtri sterili, essenziali nei campi della fermentazione, dell’industria alimentare, farmaceutica e cosmetica. I filtri con elevato tasso di ritenzione per virus e batteriofagi sono ideali per l’uso nel campo della fermentazione. Alcuni tipi di filtri, per poter essere impiegati nell’industria alimentare, farmaceutica e cosmetica, devono essere documentati e certificati FDA (Federal Drug Administration) per essere ritenuti sterilizzanti.
  • I filtri a manica, chiamati anche filtri a sacco, trovano applicazione nella depolverizzazione di correnti gassose. I gas carichi di polvere entrano nel filtro, dove incontrano una serie di sacchi cilindrici (maniche). Tali maniche sono di un materiale permeabile tale da far passare il gas ma non la polvere.
  • I filtri combinabili Atlas Copco rimuovono in maniera efficace particelle di polvere, gocce di acqua e olio dall’aria compressa con una modesta caduta di pressione.

I refrigeratori finali raffreddati ad aria o ad acqua consentono di ridurre la temperatura dell’aria compressa per renderla idonea all’ingresso nella maggior parte degli essiccatori.

Per finire ci sono I serbatoi dell’aria compressa che rappresentano un elemento importante di un’attività, vengono dimensionati in base alle esigenze e in funzione della portata dei compressori ai quali vengono collegati e al consumo di aria compressa dello stabilimento.

In conclusione, il trattamento dell’aria compressa è una necessità imprescindibile per i processi produttivi. Per fortuna, esistono tanti prodotti che consentono di liberare l’aria dalla condensa, di eliminarne i residui oleosi e di filtrarla opportunamente.