Quanti italiani assumono psicofarmaci? Quanti sanno che si tratta di droga?

La droga si sta diffondendo sempre di più nella vita e nella cultura di tutti gli abitanti del nostro pianeta. Le droghe da strada si comprano con facilità su Internet, gli psicofarmaci sono assunti dal 15% degli italiani (9 milioni, fonte CNR).

Ma quanti italiani sono consapevoli del fatto che gli psicofarmaci sono delle droghe a tutti gli effetti? Il fatto che siano prescritti da un medico o che vengano venduti in scatole con il foglietto illustrativo non cambia il fatto che, dal punto di vista medico e scientifico, gli psicofarmaci siano droga. Ovvero sostanze chimiche che alterano il nostro modo di percepire, di pensare, di comportarci. Oltre a tutti gli effetti collaterali ben documentati nei foglietti illustrativi.

Facciamo alcuni esempi: l’eroina (droga da strada illegale) è un derivato dell’oppio, la morfina (farmaco per uso medico) è pure derivato dall’oppio; le anfetamine sono sostanze usata per il doping sportivo e come droga da strada (John Belushi è morto per overdose di anfetamine), il Ritalin e l’Adderal sono psicofarmaci prescritti ai bambini a base di anfetamine.

Dareste anfetamine a vostro figlio? Eppure negli Stati Uniti il 20% dei bambini e dei ragazzi assumono Ritalin, Adderal e altri simili “farmaci” a base di anfetamine! Il pretesto sono disturbi del comportamento come l’ADHD (Deficit di Attenzione e Iperattività), diagnosticati da psichiatri con dei semplici test e non in base a oggettive analisi mediche.

Il paradosso che nessuno sottolinea mai abbastanza è che tali disturbi vengono attribuiti a “squilibri chimici” del cervello, e quindi “curati” con farmaci. Ma se tali squilibri esistessero, non sarebbero rilevabili da una qualsiasi analisi clinica? (sangue, urine, iride, TAC, Risonanza, elettroencefalogramma, ecc.)

Ebbene, nessuna di queste analisi è in grado di distinguere un bambino iperattivo da uno “normale”, come non è in grado di distinguere un depresso da un non depresso. Ma ognuno di questi disturbi è trattato con farmaci che correggerebbero uno squilibrio chimico. La verità è che gli psicofarmaci sono droghe, e che i teorizzati squilibri chimici non sono rilevabili.

Questa settimana i volontari di Un Mondo Libero dalla droga hanno distribuito a Firenze, Lucca e Livorno centinaia di opuscoli informativi sui pericoli delle droghe da strada e degli psicofarmaci. Negli opuscoli, destinati ai giovani e non solo, sono contenute informazioni molto dettagliate sugli effetti negativi delle sostanze stupefacenti, inclusi i farmaci prescritti.

Il Celebrity Centre della Città di Firenze, Chiesa di Scientology, sta da anni sostenendo “Un Mondo libero dalla Droga”, organizzando eventi pubblici e lezioni nelle scuole. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

Gli opuscoli mettono anche in guardia sui metodi che usano gli spacciatori per diffondere le sostanze stupefacenti, proponendole come “innocue”, “di moda”, “curative”, ecc.Gli opuscoli mettono anche in guardia sui metodi che usano gli spacciatori per diffondere le sostanze stupefacenti, proponendole come “innocue”, “di moda”, “curative”, ecc.

Tutti gli opuscoli sono consultabili anche sul sito it.drugfreeworld.org

La Chiesa di Scientology, fin dalla sua fondazione negli anni ’50 del secolo scorso, ha subito riconosciuto che la droga e l’alcol fossero una delle principali cause della spirale discendente che sta portando il pianeta alla degradazione. Il suo fondatore, L. Ron Hubbard, ha spesso condannato l’uso di droga nei suoi scritti, spiegando in dettaglio quali siano gli effetti invariabilmente negativi sul corpo e sulla mente degli individui.

“L’arma più efficace nella guerra contro la droga è l’educazione.” L. Ron Hubbard