Combinazioni letali!!!!

Continuano le iniziative di prevenzione dei volontari della Chiesa di Scientology dell’Adriatico che sabato 6 aprile erano presenti a Tolentino per informare i giovani con opuscoli sui danni causati non solo da una singola droga, legale o illegale che sia, ma dai “cocktail” usati per amplificarne lo sballo.

La poli-tossicomania consiste nell’utilizzo contemporaneo di una sostanza stupefacente, il cui uso è illegale, abbinata ad un’altra sostanza stupefacente il cui uso è illegale, oppure a sostanze stupefacenti il cui uso è legale, come l’alcool e alcuni tipi di farmaci come antidolorifici ecc… . Quindi non si tratta più di parlare di legalità o illegalità in merito alla droga. Si tratta di dipendenza e basta!

È qualcosa di rischioso. A titolo di esempio si consideri che mentre è difficile somministrare singolarmente elevate quantità di tranquillanti, l’abbinamento di una dose elevata di tale sostanza e di parecchio alcool oppure di una sostanza oppiacea quale l’eroina od il metadone potrebbe essere fatale. Vi è inoltre una crescente preoccupazione in merito alla miscela potenziale di sostanze psicoattive presenti in pillole e vendute come ecstasy. Ciò potrebbe portare a rischi di malattia non previsti dovuti alla poli-tossicomania.

In alcuni paesi, si registra un incremento degli incidenti mortali dovuti alla poli-tossicomania. I maggiori rischi per la salute si riscontrano tra i consumatori problematici di stupefacenti, in particolare presso coloro i quali si iniettano sostanze oppiacee ed altre droghe.

Per parlare di gioventù e svago, la prevalenza della tossicomania è più elevata tra i giovani che frequentano discoteche piuttosto che tra giovani che frequentano altri ambienti.

Tutte queste informazioni si completano e si comprendono chiaramente con i materiali della campagna La verità sulla droga, che i volontari promuovono distribuendo opuscoli, proiettando il video La Verità sulla Droga, e facendo informazione capillare in ogni dove.

Il sito disponibile per qualsiasi informazione o contatto è: www.drugfreeworld.org oppure www.noalladroga.it