SINTOMI INFLUENZA: COME CURARE E PREVENIRE L’INFLUENZA

Spesso nel linguaggio comune si chiama “influenza” qualunque malessere che coinvolga brividi e raffreddore. In realtà l’influenza vera e propria è un’infezione stagionale virale che si manifesta con un esordio brusco ed improvviso caratterizzato da febbre alta (oltre i 38°C), mal di testa, dolore agli occhi, brividi, malessere e dolori muscolari, affaticamento e debolezza. Successivamente subentrano i sintomi a carico dell’apparato respiratorio come il mal di gola, la tosse ed il raffreddore.
L’influenza è contagiosa e si trasmette facilmente da persona a persona insieme alle minuscole goccioline di aria e muco esalate durante colpi di tosse e starnuti. Si diffonde anche attraverso le superfici toccate e le strette di mano.
Il periodo di incubazione medio è di due giorni e si è contagiosi fino al quinto-settimo giorno dai primi sintomi. L’influenza si diffonde tipicamente durante il tardo autunno e l’inverno quando l’aria fredda favorisce la trasmissione del virus e quando le persone,per ovvi motivi climatici, non tendono a stare all’aria aperta bensì in ambienti chiusi e poco areati.
L’influenza, nei soggetti sani, tende a risolversi nel giro di pochi giorni ma in alcuni casi può diventare pericolosa.
I soggetti a rischio sono le persone di età superiore a 65 anni, i bambini, chi ha un sistema immunitario indebolito da terapie o da malattie e tutti coloro che sono affetti da patologie respiratorie, cardiocircolatorie o da malattie croniche. Per queste categorie di persone è più facile che si manifestino eventuali complicazioni come bronchiti, polmoniti e broncopolmoniti.
Come curare l’influenza? Se non ci sono complicazioni la terapia è essenzialmente sintomatica: si curano solamente i disturbi della sindrome influenzale, quindi assumendo con criterio i diversi farmaci da banco che agiscono abbassando la febbre, alleviano il mal di testa ed i dolori muscolari e calmano la tosse.
Le infezioni virali non si combattono con gli antibiotici perché sono inefficaci nei confronti dei virus, ma vengono utilizzati solo qualora si manifestassero delle complicazioni di natura batterica e solo dopo un consulto del proprio medico.

L’influenza più che con i farmaci va curata con il riposo a letto: evitare quindi di uscire, di esporsi al freddo e di stancarsi. Bisogna mantenere l’ambiente caldo ma areato e ben umidificato perché l’aria secca irrita le vie respiratorie e le rende più sensibili nei confronti degli agenti patogeni. È importante bere molta acqua per favorire l’espettorazione e reintegrare i liquidi ed i sali persi con la sudorazione.
Per prevenire l’influenza? La vaccinazione antinfluenzale riduce notevolmente le probabilità di contrarre la malattia ed è raccomandata a coloro che svolgono attività lavorative in comunità e solamente se ci si trova in uno stato di buona salute.
3 buone norme per evitare di ammalarsi: evitare gli ambienti chiusi e sovraffollati, far aerare bene le stanze di casa e lavoro e la più importante di tutti è lavare regolarmente e frequentemente le mani con acqua e sapone. Se sei fuori casa puoi usare soluzioni detergenti a base di alcol, amuchina o delle salviette disinfettanti.

Se vuoi approfondire ulteriormente l’argomento su sintomi influenza, prevenzione e cura, e quali sono i prodotti più indicati, ti consigliamo il video su Youtube tenuto dai celebri Farmacisti Social al seguente indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=IhfVd0Iajm8&t=9s