Requisiti per una casa di classe energetica A4

Casa in classe a4: cosa deve avere per ottenere questa certificazione?

La classe energetica A4 è la classe più alta prevista dalla legge in vigore. Si ottiene se l‘immobile è costruito seguendo le norme della bioedilizia. Tanto più la classificazione sarà alta tanto più l’immobile sarà meno inquinante e soprattutto si impiegheranno meno risorse per riscaldarlo o raffreddarlo.

Per fare un esempio pratico. Un edificio in classe A consuma una media da 1 a 3 litri di combustibile per metro quadro per riscaldarlo. Mentre un edificio in classe G ne consumerà circa 15 litri, con un rispettivo quintuplicamento di spesa.

Ora che si hanno in mente le differenze tra gli opposti della classificazione energetica, entriamo in argomento e vediamo quali sono le caratteristiche minime che deve avere un edifico per avere la classe energetica A4.
Per poter ottenere la migliore certificazione in efficienza energetica occorre tenere a mente tantissimi dettagli che inficeranno positivamente sulle prestazioni finali dell’edificio in costruzione. Come per esempio la modalità di progettazione e orientamento delle varie stanze della casa. Ma oltre questi dettagli possiamo individuare 3 elementi fondamentali imprescindibili.

Requisiti minimi per la classe energetica A4

  1. Antisismico. L‘immobile in costruzione dovrà possedere la struttura a telaio e travi e pilastri in cemento armato capaci di sostenere eventuali carichi anche sotto lo stress di un terremoto.
  2. L‘isolamento termico. Un adeguato isolamento termico prevede che muri e tetti siano costruiti con materiali isolanti ad alta efficienza e usati in modo da isolare il più possibile l’abitazione.

3. Impianto di riscaldamento (ed eventualmente anche raffreddamento). Per averne uno energeticamente efficiente si può utilizzare la caldaia a condensazione abbinato a panelli solari, oppure un pavimento radiante che oltre ad avere ottime prestazioni energetiche è anche uno dei miglior tipi di riscaldamenti per la salute degli abitanti.

Queste tre caratteristiche sono presenti nella nostra casa in costruzione Via Asmara, che vanta infatti la classe energetica A4.

Utile per migliorare le prestazioni energetiche è quello di installare pannelli solari che potranno produrre l’acqua calda sanitaria. Il pannello solare è un’alternativa vantaggiosissima, sopratutto nel nostro paese, dove si stima un’insolazione annua media di 1500kWh/m2. Per questo motivo lo abbiamo scelto per il riscaldamento dell’acqua sanitaria nel nostro progetto denominato Parco Durantini.

Come abbiamo accennato prima, anche la progettazione e l’orientamento delle stanze influirà sulla prestazione energetica: il lato nord sarà quello meno battuto dal sole, soprattutto in inverno, per cui sarà il lato più freddo, e quello a sud, al contrario, sarà quello più caldo. Tenendo a mente questo ci si può regolare con la disposizione degli spazi, avvalendosi dell’assistenza tecnica di esperti nel settore immobiliare per le modifiche interne dell’appartamento.

Studio Ungheria – vendita case in costruzione Roma