Trasferisci il tuo sito sull'Hosting più performante di sempre ! Web Hosting

Serbatoi GPL: nuovi chiarimenti dal Mise sulla riqualificazione per interramento

Arrivano dal Mise nuove istruzioni riguardanti il settore verifiche impianti a pressione: con il comunicato del 17 settembre 2018, il Ministero per lo Sviluppo Economico precisa le “Procedure di riqualificazione per interramento di serbatoi GPL di capacità inferiore a 13 mc”.

La competente “Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica” in qualità di Autorità di vigilanza sul mercato, ribadisce che “ogni intervento di ricondizionamento dei serbatoi GPL per “interramento” si configura come “modifica” e, pertanto, deve essere realizzato in conformità alle disposizioni applicabili per le nuove costruzioni, assoggettando l’attrezzatura ad una procedura di valutazione della conformità in ottemperanza al decreto legislativo 93/2000, come modificato dal d.lgs. 26/2016 di attuazione della direttiva 2014/68/UE “attrezzature a pressione –  PED”.

https://www.normatempo.org/

Tradotta dal punto di vista pratico, la suddetta normativa stabilisce che, allo scopo di non esporre gli utenti a rischi potenziali, eventuali attività di interramento di serbatoi GPL devono essere posti in essere, predisponendo le misure di messa in sicurezza, ad opera di “Organismi notificati” sulla Direttiva “attrezzature a pressione – PED” ai sensi del D.lgs 93/2000, tramite il rilascio di una nuova Dichiarazione di conformità e marcatura CE.

In sostanza, i PED, ovvero le attrezzature a pressione (caldaie, recipienti a pressione, tubazioni ed accessori) o gli insiemi di impianti, possono essere immessi sul mercato europeo e messi in funzione solo se soddisfano i requisiti del D.lgs 26/2016 anche in caso di installazione/manutenzione e di impiego conforme alla loro destinazione.

I recenti chiarimenti del Mise relativi alla direttiva PED rappresentano dunque un riferimento importante per il comparto verifiche periodiche attrezzature di lavoro ai fini dell’accertamento della conformità degli interventi di interramento dei recipienti GPL di capacità inferiore a 13 mc alle ultime disposizioni legislative vigenti in ambito comunitario.