Caldaie a condensazione condominiali: le 5 regole per l’acquisto

Caldaie a condensazione condominiali. Le 5 cose da sapere per effettuare la giusta scelta sulle caldaie a condensazione. Cosa sono e come funzionano.

Non è più un segreto, anzi è diventata una vera e propria legge ormai, che le caldaie a condensazione sono ciò che c’è di meglio dalla tecnologia per i sistemi di riscaldamento condominiali e anche a singola utenza. È solito riferirsi alla caldaia a condensazione come caldaia singola per il singolo appartamento, ma con le leggi sulla centralizzazione del calore la dicitura comune è cambiata ed è diventata caldaie a condensazione condominiali.

Il funzionamento delle caldaie a condensazione condominiali non è chissà quanto diverso dalle loro “cugine” più piccole. Ciò che le differenzia sta nella struttura che deve supportare tutto l’impianto, ma non nella meccanica del funzionamento che utilizza la fisica dei cambiamenti di stato. Vediamo più da vicino di cosa stiamo parlando.

caldaie a condensazione condominiali

Caldaie a condensazione condominiali: come funzionano.

La logica di funzionamento di una caldaia a condensazione è già di per sé qualcosa di strabiliante. All’interno di questa caldaia infatti avviene una forma di riciclaggio molto particolare. Ciò che rende speciale le caldaie a condensazione condominiali è l’utilizzo di questa tecnologia per il riscaldamento centralizzato condominiale.

La differenza sta nell’utilizzo del gas di scarico. Infatti nelle vecchie e ormai obsolete caldaie tradizionali dopo essere avvenuta la combustione i gas venivano espulsi nell’aria, causando in primo luogo una dispersione di gas di scarico nell’ambiente che risultavano dannosi, in secondo luogo uno spreco di gas caldo. La prima e sostanziale differenza con una caldaia a condensazione sta proprio nell’utilizzo di questo gas di scarico. Questo infatti, una volta creatosi per via della combustione, si accumula nella parte superiore della caldaia, in attesa di venire impiegato nuovamente per la combustione. In questo modo l’energia che deve essere impiegata per utilizzare il riscaldamento è minore. Ne consegue un risparmio energetico, che porta a un risparmio economico oltre che essere la miglior soluzione ecologica.

Da qualche anno la legge ha stabilito che i sistemi di riscaldamento condominiali possono essere di un solo tipo: riscaldamento centralizzato. Questo significa che tutte le caldaie condominiali dovevano essere sostituite da un’unica caldaia posta ai piedi del palazzo e collegata ad ogni appartamento tramite una fitta rete di tubature. Questo avrebbe portato a un notevole miglioramento ecologico, motivo per cui è stato scelto dallo stato di attuare questa legge. Quello che è arrivato come conseguenza è il risparmio energetico e quindi economico.

Le migliorie non hanno tardato ad arrivare ovviamente. Quando è stata mischiata la tecnologia delle valvole termostatiche e delle caldaie condominiali con quella della caldaia a condensazione, si è riuscito ad ottenere un upgrade di grande livello che ha permesso di avere ancor più risparmio economico, benefici ecologici ed efficienza energetica.

Sostituzione caldaia condominiale: conviene usare una caldaia a condensazione?

Le caldaie a condensazione condominiali sono le migliori caldaie che si possano installare su un impianto di riscaldamento. Effettuare una sostituzione per installare le caldaie a condensazione condominiali dà la possibilità di scegliere se continuare a spendere, all’incirca, ciò che si spendeva prima, oppure se applicare alla propria innovazione tecnologica anche un notevole risparmio.

Si è calcolato che si può arrivare al 30% di spesa in meno con il solo utilizzo del sistema a condensazione. A questo però si può aggiungere un enorme vantaggio in termini di consumo, quindi di conseguenza si parla di un vantaggio economico.

Stiamo parlando dell’utilizzo di valvole termostatiche e contabilizzatori di calore.

Questi due piccoli strumenti hanno un impatto minimo a livello estetico, ma un enorme impatto a livello di comodità, comfort e consumo.

La magia, come spesso accade, è fisica! In particolare è fisica dei gas. Una caldaia a condensazione è una caldaia ad acqua calda nella quale si ha la condensazione del vapore acqueo dei fumi di scarico. In questo modo si ha il recupero del calore latente di condensazione e di conseguenza maggiore efficienza energetica rispetto ad una caldaia tradizionale. È così che Wikipedia descrive questa caldaia. Di fatto il funzionamento è abbastanza complicato da spiegare a parole ma molto semplice come meccanica di funzionamento dei gas.

Quello che succede è che questa tecnologia sfrutta un cambiamento di stato e le proprietà della combustione per accelerare il processo stesso di riscaldamento dell’acqua e quindi risparmiare energeticamente. Ne conviene che il risparmio energetico porta ad un consumo minore e quindi a una spesa minore.

Quindi se stiamo cercando valvole termostatiche prezzo, conviene cercare anche costo caldaia a condensazione per avere il massimo del risparmio che si può ottenere da un impianto di riscaldamento.

caldaie a condensazione condominiali

Valvola termostatica prezzo e costo installazione caldaia: quanto è la spesa effettiva.

Spesso può capitare di avere la possibilità di avere una caldaia a singola utenza nel proprio appartamento. Questo è previsto dalle normative soprattutto nei vecchi condomini che non sono stati predisposti per il sistema di centralizzazione del calore. Valvole termostatiche prezzi è ancora un concetto utile in questi casi? Certo che sì. Infatti per ogni caldaia a condensazione, possono essere installate valvole termostatiche e contabilizzatori di calore.

 

Le caldaie a condensazione condominiali hanno un costo che è condizionato dal fatto che la caldaia è in grado di riutilizzare i gas espulsi dalla caldaia, per ridurre notevolmente l’energia nel circuito di riscaldamento. Esattamente come in una caldaia tradizionale, anche in quella a condensazione l’acqua viene scaldata tramite il calore della combustione. Dopodiché il gas di scarico passano all’interno di una canna fumaria. Ne consegue che l’energia all’interno dei fumi del gas andrebbe persa (in un tradizionale sistema con caldaie standard). In questo modo si ha lo stesso calore che si vuole, con un minor consumo, sia energetico che economico.

QUALI SONO I VANTAGGI?

  • Ottima efficienza energetica, fino al 98%
  • Basse emissioni di sostanze inquinanti grazie alla tecnologia a condensazione
  • I consumi scendono di circa il 30% rispetto ad una caldaia tradizionale
  • Bassi costi di investimento
  • Ampliamento flessibile, cioè con i collettori solari, le pompe di calore, bollitori e sistemi di controllo

Calcolando quindi il costo caldaia a condensazione, bisognerà preferibilmente valutare tutti i fattori che orbitano intorno a questo sistema che, seppur potrebbe costare diversamente rispetto alle caldaie standard, vi garantiscono l’ammortamento e il risparmio nel giro di poco tempo.