NODe – Rcade (Recensione)

NODe – Rcade

(EKP/SpaceRace Records)

 

Terzo disco per NODe (che sta per not ordinary, dead). Terza prova che ancora una volta, come nei precedenti album, trova un supporto da un’etichetta straniera (la Space Records), a dimostrazione del respiro internazionale che ha sempre caratterizzato la band napoletana. Respiro internazionale confermato anche questa volta da un suono che niente ha da invidiare a produzioni inglesi o europee in ambito electro rock. Già, perché l’impronta principale di Johnny Lubvic (deus ex machina, da sempre del progetto) è smaccatamente electro rock. Impianto electro, riff rock da paura. Ma anche un’attitudine quasi punk, e poi, chiaramente, visto il nome, un tocco dark wave che ci catapulta negli anni 80, ma con un approccio moderno, che fa dei brani qui contenuti delle piccole chicche che non avrebbero stonato di fianco ai grandi del pop synth dark anni 80