Trasferisci il tuo sito sull'Hosting più performante di sempre ! Web Hosting

Le problematiche più diffuse della Repubblica Italiana secondo Vito Gamberale

Secondo Vito Gamberale, tra le problematiche più preoccupanti che interessano il nostro Paese vi è quella legata al debito pubblico, che rende debole la fiducia dall’estero. Il Top Manager parla anche di corruzione e di una Carta Costituzionale poco attuale.

Vito Gamberale

Vito Gamberale: le principali problematiche della Repubblica Italiana

Il Top Manager Vito Gamberale, professionista con oltre 40 anni di esperienza alla guida di società come Gruppo Eni, TIM, Autostrade e F2i, avanza delle proposte per migliorare le prospettive future del Paese. Il manager analizza alcune tra le più preoccupanti criticità della Repubblica Italiana sulla rivista “Mondoperaio”, evidenziando la loro pericolosità per il futuro di tutti. Si dichiara a favore di una revisione della Costituzione, allo scopo di attualizzarla ai tempi e alle circostanze. Vito Gamberale sostiene infatti che la Costituzione sia “come lo Statuto di un’Azienda”. Per il Paese occorre una governabilità più snella e accentrata. Un’ulteriore problematica da affrontare in tempi brevi è quella legata al debito pubblico: questo infatti mina la credibilità dell’Italia a livello internazionale, rendendo debole la fiducia dall’estero “come se il Paese vivesse su una palafitta poggiata su pilastri snelli e molto alti: un qualsiasi colpo di vento svergola il sistema e lo mette a terra.” Secondo il manager è fondamentale far capire con chiarezza che “non pagare le tasse equivale ad una rapina perpetrata verso tutta l’intera società italiana. L’evasore deve andare in carcere e deve restarci”. Infine il manager ricorda il la diffusa piaga della corruzione, presente su più fronti nel Paese: si tratta di un problema più diffuso di quanto si possa pensare.

L’esperienza professionale del Top Manager Vito Gamberale

Vito Gamberale è tra i top manager italiani che sono riusciti, durante la loro carriera, a distinguersi per indipendenza e lungimiranza, prendendo decisioni nette e che vanno al di là delle società delle quali si sono occupati. Classe 1944, laureato in Ingegneria Meccanica presso l’Università La Sapienza di Roma, ha ricevuto in seguito la laurea honoris causa in Ingegneria delle telecomunicazioni dall’Università Tor Vergata. Nel 2007 il manager ha fondato F2i – Fondi Italiani per le infrastrutture SGR, di cui si è occupato fino al 2014 in qualità di Amministratore Delegato. Ha ricoperto lo stesso ruolo per Autostrade, mentre è stato Vice Presidente di 21 Investimenti. Vito Gamberale ha svolto l’incarico di Amministratore Delegato di SIP, contribuendo in particolare alla nascita e allo sviluppo della telefonia mobile in Italia. Amministratore Delegato di Tim – Telecom Italia Mobile, dal 1984 al 1991 si è invece occupato di diverse aziende del Gruppo Eni, svolgendo l’incarico di AD. Dal 2015 al 2018 è stato Presidente di Quercus Assets Selection. Attualmente è Presidente e Azionista di Iterchimica.