Lamiere di acciaio: spessore, tipologie e utilizzi più frequenti

Le lamiere di acciaio da costruzione sono elementi molto utilizzati, grazie alla loro elevata resistenza alle sollecitazioni statiche. L’impiego di queste avviene principalmente in settori quali l’ingegneria civile e le costruzioni meccaniche. Ma il loro uso si sviluppa anche all’interno della carpenteria metallica, dove rappresenta uno degli elementi maggiormente impiegati per la realizzazione di macchine operatrici, strutture metalliche e serbatoi.

Per differenziare le varie tipologie di lamiere di acciaio da costruzione vengono utilizzate sigle diverse tra loro. Il processo di laminazione dà infatti origine a lamiere di acciaio da costruzione contraddistinte da sigle che possono essere:

  • S235
  • S275
  • S355
  • DD11

 

S235 e S275

Le lamiere S235 sono destinate per la maggior parte alla carpenteria e al settore dell’ingegneria civile, mentre per la fabbricazione di bulloneria e si propende spesso per lamiere di acciaio con sigla S275.

S355

Le lamiere S355 offrono invece caratteristiche particolari che le rendono particolarmente indicate per la formazione di rulli e bordature. Strutture edilizie, macchinari come gru, escavatori e rimorchi, ponti autostradali e carri ferroviari sono soltanto alcuni degli impieghi più comuni delle lamiere di acciaio da costruzione S355.

DD11

Grazie alle straordinarie proprietà offerte dalle lamiere DD11, è invece possibile avere tutta la resistenza garantita dall’acciaio in una lamiera con altissimi livelli di rottura e snervamento.

 

Si tratta ovviamente di lamiere che devono utilizzate e trattate da professionisti comprovati. A tal proposito vi suggeriamo Tecnomeccanica Fidenza, azienda specializzata in carpenteria metallica e lavorazione lamiera a Parma e in tutto il nord Italia.